BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola nuovo, Tfa 2015-2016 terzo ciclo, fase C assunzioni, aumento stipendi, bonus scuola: novitÓ questa settima

Sono tante le novitÓ del mondo della scuola, dall'imminente nuovo concorso ai dati aggiornati sulle assunzioni fase C.




Bastano altri pochi giorni di attesa prima di conoscere tutte le novità del nuovo concorso scuola 2016. A fissare scadenze precise è stata la stessa riforma della Buona Scuola che indica nel primo dicembre l'ultimo giorno utile per pubblicare il bando. E se con l'arrivo del nuovo anno sarà già tempo di pensare al terzo ciclo del Tfa, la stretta attualità passa dalle trattative tra esecutivo e sindacati sul rinnovo del contratto degli statali, tra cui gli insegnanti. Meglio non riporre grandi aspettative perché l'aumento sarà minimo.

Appaiono poi interessanti i dati relativi alle assunzioni nell'ambito della cosiddetta fase C. Ebbene, su 48.794 proposte di contratto a tempo indeterminato, ad aver accettato sono stai in 47.465 ovvero il 97,3%. Per quanto riguarda la restante parte, in 274 hanno detto no in 1.055 non hanno risposto e sono quindi fuori dai giochi. Come ricordato dal ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, "con le accettazioni della fase C si chiude il piano straordinario di assunzioni previsto dalla Buona Scuola. Siamo molto soddisfatti della risposta degli insegnanti e del buon funzionamento della macchina amministrativa. Il prossimo passo è quello del nuovo concorso per docenti a cui stiamo lavorando".

Sono poi arrivate del precisazione del Miur sulle modalità di utilizzo del bonus di 500 che i docenti italiani hanno ricevuto in busta paga. Può essere utilizzare per contribuire a realizzare un corso esterno al piano di formazione o per l'acquisto di strumentazioni elettroniche digitali, libri, riviste o materiale didattico per la biblioteca scolastica. La somma è spendibile anche per seguire un corso di formazione organizzato dalle scuole, per sostenere l'esame di certificazione di una lingua straniera, per seguire un corso per lo studio di una lingua straniera all'estero, ma anche per un corso di laurea o un master universitario, o corsi universitari destinati alla formazione dei docenti.

Non è invece utilizzabile per l'acquisto di titoli di viaggio per la partecipazione a eventi o per viaggi culturali, per un abbonamento per la linea di trasmissione dati Adsl, per smartphone, toner cartucce, stampanti, pennette USB e videocamere. Sì invece a personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, tablet. Tra le novità della settimana si segnala anche la creazione di un Fondo per l'acquisto di contenuti didattici, siano essi libri cartecei o testi digitali per un valore di 10 milioni l'anno nel triennio tra il 2016 e il 2018. Altri 25 milioni di euro sono poi in arrivo per le scuole paritarie, per un totale di 497 milioni di euro.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il