BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ferrari Azioni in Borsa Milano: quotazione in Italia dopo gli Usa ufficiale. Quando e come, condizioni e tempi. Cosa si conosce

Ufficiale la presentazione della domanda di Ferrari per la sua quotazione sul mercato telematico azionario di Borsa Italiana.




Ferrari presto quotata in Borsa? Per ora l'azienda del Cavallino ha presentato domanda in vista della separazione di Ferrari Nn da Fiat Chrysler Automobiles Nv. Siamo davanti alla quotazione secondaria dopo lo sbarco dello scorso mese a Wall Street. Come rivelato dalla stessa società, Ferrari si fonderà in Fe New Nv, che prima della fusione deterrà le azioni di Ferrari ora in mano di Fiat Chrysler Automobiles. Fe New Nv diventerà Ferrari Nv e le sue azioni ordinarie finiranno sul Mta e sul New York Stock Exchange. In calendario c'è adesso l'assemblea straordinaria di Fiat Chrysler Automobiles ad Amsterdam il 3 dicembre. Progressivamente se ne saprà certamente di più, soprattutto in riferimento all'accettazione della sua domanda.

Al di là dell'oceano, con il prezzo del debutto in Borsa di 52 dollari Fiat Chrysler Automobiles ha incassato per i 18,8 milioni di titoli messi in vendita poco meno di un un miliardo di dollari, pari a circa 870 milioni di euro al cambio attuale, per una valutazione della Ferrari di quasi 10 miliardi di dollari che corrispondono a circa 8,7 miliardi di euro. Il pacchetto di azioni messo in vendita da Fca con l'offerta pubblica iniziale è pari al 10% circa del capitale, compresa l'opzione di sovracollocamento, la cosiddetta greenshoe.

Si tratterebbe di un altro passaggio storico, iniziato nel 1947 quando Enzo Ferrari, che già aveva creato nel 1929 a Modena la Scuderia Ferrari e nel 1939 l'Auto Avio Costruzioni, fondava a Maranello la Auto Costruzioni Ferrari con simbolo il cavallino rampante. Nel 1969 Enzo Ferrari aveva ceduto al gruppo Fiat il 50% delle sue quote azionarie. L'avvocato Giovanni Agnelli gli aveva garantito però autonomia gestionale nel settore sportivo. Nel 1984 aveva debuttato la Testarossa, modello iconico per aerodinamica e prestazioni. Quattro anni più tardi moriva Enzo Ferrari, e Fiat portava al 90% la sua quota azionaria. Nel 1991 Giovanni Agnelli aveva affida il vertice dell'azienda a Luca Montezemolo, che avrebbe lasciato la casa di Maranello 13 anni dopo. Nel 2014 Sergio Marchionne ha assunto la presidenza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il