BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti con rendimenti migliori e conti deposito vincolati: migliori offerte di Dicembre 2015 a confronto

Ecco alcune possibilità per chi intendere aprire un nuovo conto corrente o scegliere di depositare le proprie somme in un conto vincolato a Dicembre 2015




Quali sono i conti correnti e i conti deposito più interessanti in questo ultimo scorcio del 2015? Quali le offerte in vigore in questo mese di dicembre? Tra i conti correnti, segnaliamo il Conto Dueper100 di Credem Banca. Propone un tasso d'interesse del 2% per giacenze medie da 10.000 a 50.000 euro. Il canone mensile è nullo nel caso di attivazione di tre prodotti tra bancomat, carta di credito, utenze, accredito stipendio o pensione, investimenti, prestiti, mutui, prodotti assicurativi. Non sono previste spese per bancomat, carta di credito Ego e prelievi bancomat in euro.

Vanno comunque considerati l'imposta di bollo di 34,20 euro all'anno (non è dovuta se il valore medio di giacenza annuo non è superiore a 5.000 euro), gli eventuali interessi attivi o passivi maturati sul conto e le spese per l'apertura del conto. L'offerta è riservata a nuovi clienti, non è cumulabile con altre iniziative ed è valida fino al 31 dicembre 2015. Attualmente l'istituto bancario è presente in 87 province e 19 regioni per un totale di 538 sportelli.

Un'altra possibilità è il db Online Plus di Deutsche Bank con tasso dello 0,25% su giacenze fino a 50.000 euro, ritenuta fiscale al 26%, tasso annuo debitore al 14%, capitalizzazione interessi a scadenza. L'imposta di bollo è di 34,20 euro ovvero 8,55 euro al trimestre, da non corrispondere se il valore medio di giacenza non supera i 5.000 euro. Deutsche Bank è presente in 67 province e 14 regioni per un totale di 358 sportelli.

Il Conto Webank è pensato soprattuto per chi effettua operazioni online. Non ci sono costi di apertura e chiusura, canone e commissioni sulle operazioni bancarie. Dal web è possibile controllare saldo e movimenti, consultare estratti conto e ricevute, fare bonifici verso l'Italia e l'estero, ricaricare il cellulare e le carte prepagate, domiciliare le bollette con l'addebito diretto, pagare canone TV, bollo auto, bollettini postali, Mav, Rav, pagare le ricevute bancarie e le imposte del modello F24.

Tra i conti deposito vincolati, Banca Ifis propone tassi fino al 2,60% lordo, zero imposta di bollo e liquidazione trimestrale. Più precisamente gli interessi sono all'1,00% se si vincola l'investimento per 3 mesi, all'1,10% se si vincola l'investimento per 6 mesi, all'1,20% se si vincola l'investimento per 9 mesi, all'1,50% se si vincola l'investimento per 12 mesi, all'1,75% se si vincola l'investimento per 18 mesi, al 2,00% se si vincola l'investimento per 24 mesi, al 2,15% se si vincola l'investimento per 36 mesi, al 2,30% se si vincola l'investimento per 48 mesi, al 2,60% se si vincola l'investimento per 60 mesi.

Con Widiba, tassi all'1,10% sul deposito vincolato a 3 mesi, all'1,30% sul deposito vincolate a 6 mesi; all'1,50% sul deposito vincolato a 12 mesi, all'1,70% sul deposito vincolato a 18 mesi; all'1,90% sul deposito vincolato a 24 mesi. Gli interessi corrisposti con il Conto Time Deposit di Santander sono pari all'1,50% di interesse lordo sul vincolo a 12 mesi, all'1,60% di interesse lordo sul vincolo a 24 mesi e all'1,80% di interesse lordo sul vincolo a 36 mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il