BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016 in bolletta: chi deve pagare e chi non paga, multe, arretrati prima casa, seconda. Tutto quello da conoscere

Sono tanti i cambiamenti sul canone Rai 2016 nella bolletta elettrica, a iniziare dalla riduzione della somma da pagare.




Cosa prevede il canone Rai 2016 nella bolletta elettrica? Quali sono le novità e i cambiamenti da mettere in conto? In prima battuta, l'importo da versare cala da 113,50 a 100 euro. Resta da capire in che modo sarà rateizzata la somma. L'ipotesi più recente prevede la distribuzione dell'importo in 10 rate. Tanto per avere un confronto, oggi è possibile il versamento in due rate, il 31 gennaio e il 31 luglio, o in più soluzioni: il 31 gennaio 2015, il 30 aprile 2015, il 31 luglio 2015 e il 31 ottobre 2015.

Al pari di quanto succede adesso, il canone deve essere corrisposto da chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo. L'altra condizione per essere soggetti al canone Rai è l'intestazione di una utenza domestica. L'imposta grava solo sulla prima casa, anche se in affitto. Fino a quest'anno è rimasta in piedi la possibilità della disdetta legale dichiarando il suggellamento del proprio televisore spedendo una raccomandata con ricevuta di ritorno all'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale I di Torino Ufficio territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T. Casella postale 22 - 10121 Torino.

Nel caso di mancato pagamento è prevista una sanzione fino a 500 euro. Adesso nel caso di saldo della quota entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, la sanzione amministrativa è pari a 4,47 euro ovvero a 1/12 dell'importo per ogni semestre. Trascorso questo prime mese, l'importo sale fino a 8,94 euro ovvero 1/6 del canone per ogni semestre. La cifra massima che può essere comminata è di 619 euro.

L'esonero dal pagamento è confermato per i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; le imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva. In ballo c'è l'allargamento dell'esenzione per gli anziani con un reddito annuo basso.

Il versamento del canone Rai passa adesso dalla bolletta elettrica ma fino a quest'anno è stato possibile utilizzare il bollettino postale, recarsi nelle tabaccherie del network Lottomatica Servizi, il servizio di carte di credito al telefono, o sfruttare l'app Canone TV per iPhone, iPad e smartphone e tablet Android. Solo dopo la pubblicazione della manovra, il Ministero dello Sviluppo Economico ha 45 giorni di tempo per rendere noto il decreto con tutti i dettagli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il