BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Gli stipendi aumentano su base annuale del 2,5% grazie ai rinnovi contrattuali e alle indennità

Gli stipendi sono aumentati, e di parecchio: il 2,5%



Gli stipendi sono aumentati, e di parecchio: il 2,5%. Lo dice l'Istat che analizza le retribuzioni contrattuali orarie cresciute in aprile dello 0,1% su base mensile per un incremento tendenziale annuo pari al 2,5%. A marzo l'aumento era stato pari rispettivamente allo 0,2 e al 2,6%. Nel primo quadrimestre del 2007, segnala l'Istat, il rialzo è stato del 2,8% a fronte del 2,7% registrato nello stesso periodo del 2006.
  
 Le 'buone notizie' nascono sia da rinnovi contrattuali (in realtà statali e giornalisti sono senza contratto da oltre un anno), sia da miglioramenti fissati da accordi già vigenti, come pure dal pagamento, per alcuni contratti, dell'indennità di vacanza contrattuale. Più in dettaglio, i rinnovi si riferiscono agli accordi per i dipendenti delle imprese che distribuiscono gas e acqua e per quelli della Rai, mentre i miglioramenti tabellari sono collegati ai contratti di ceramica, editoria giornali e lavanderie e tintorie.
  
 Da aprile è stata, inoltre, pagata la prima rata di indennità di vacanza contrattuale nei contratti commercio, servizi di smaltimento rifiuti e poste. Sempre ad aprile è stato rinnovato l'accordo per il personale a terra dell'Alitalia, i cui aumenti tabellari troveranno applicazione nei prossimi mesi.
 Nel comparto carta, editoria e grafica l'aumento congiunturale dello 0,3% dell'indice orario delle retribuzioni deriva dalla corresponsione della terza e ultima rata di aumenti per i dipendenti regolati dall'accordo editoria giornali. L'incremento medio pro capite è pari a poco meno di 40 euro, con una variazione dell'indice orario dell'1,9%.
  
 Ai dipendenti delle imprese della ceramica è stata corrisposta la prima tranche (di due) degli aumenti tabellari previsti: l'aumento medio è pari a circa 69 euro e determina un incremento congiunturale del relativo indice orario del 4,1%, mentre è dell'1,2% l'incremento nel settore lavorazione minerali non metalliferi che comprende l'accordo.
  
 Alla fine di aprile è stato ratificato il nuovo contratto per i dipendenti delle imprese che erogano gas e acqua (aziende private municipalizzate), siglato il 9 marzo 2007.
  
 Tratto da Republica.it

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il