BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, assegno universale e cambiamenti presentati da relatori e partiti

Come potrebbero davvero cambiare le pensioni con novità proposte da partiti e relatori: quali le proposte più fattibili e da approvare subito




E’ slittato ancora di qualche giorno il termine di presentazione dei cambiamenti ufficiali, che inizialmente avrebbero dovuto essere presentati venerdì scorso. Le novità sono, dunque, attese in questa settimana che sta aprirsi e che potrebbe rivelarsi fondamentale per capire le vere intenzioni dell’esecutivo sulle pensioni. Nonostante le ultime notizie non siano certo positive, tra necessità di nuovi fondi per la sicurezza, soldi per la cultura e il nuovo bonus di 80 euro per le Forze dell’Ordine, nonché l’incertezza dei fondi concessi al nostro Paese dall’Europa che ha rimandato alla prossima primavera eventuali nuove valutazioni, è possibile che vengano ancora approvate nuove misure per le pensioni, decisione che si rivelerebbe fondamentale per una tenuta del Pd, alla luce delle nuove iniziative politiche che potrebbero creare spaccature e strane alleanze.

Insieme, infatti, alla nascita di nuovi partiti alternativi alla politica di Renzi, come Nuova Sinistra e Noi Italiani, diverse forze politiche si sono dette pronte ad alleanze anche inaspettate pur di arrivare all’approvazione di novità pensionistiche. Per evitare scontri, dunque, i relatori cercheranno di mettere a punto soluzioni condivise e che possano rappresentare compromessi tra le diverse proposte avanzate e le diverse posizioni, tra le minoranza Pd che continua a chiedere modifiche per favorire l'uscita dal lavoro con qualche anno di anticipo per sostenere un ricambio generazionale a lavoro, nonché la proroga del contributivo donna per ulteriori tre mesi; al M5S che spinge ancora e sempre sull’assegno universale per tutti; alla Lega, che continua a sostenere l’uscita con quota 100; a Forza Italia che rilancia ancora sull’aumento delle pensioni più basse a mille euro.

Tra le ultime novità, la proposta di Ncd di uscita a 63 anni, 3 anni prima, dunque, rispetto all’attuale soglia di uscita stabilita con conseguente turn over lavorativo, piano che affianca le richieste di semplificazione del riscatto dei contributi versati nelle diverse gestioni e del versamenti di contributi volontari. Alcuni relatori rilanciano invece sull’approvazione di uno dei metodi in prova, che prevedono due versioni di quota 100, entrambe con penalizzazioni al 12% ed erogazione della mini pensione; introduzione dell’assegno universale per chi in età avanzata resta senza lavoro ma non può ancora andare in pensione e sempre con mini pensione da restituire, però, in parte, una volta raggiunti i normali requisiti di uscita dal lavoro; ed estensione del contributivo donna anche gli uomini.

Anche in questo caso ad alleggerire le alte penalizzazioni previste, intorno al 25, 30%, ci sarebbe la mini pensione. Approvare uno di questi sistemi, che comunque non sarebbero definitivi, significherebbe dimostrare che nelle intenzioni reali dell’esecutivo c’è davvero la volontà di cambiare le pensioni, rappresenterebbe un primo passo concreto verso cambiamenti che potrebbero essere ancor più estesi il prossimo anno, soddisfacendo progressivamente le richieste di tutti. Ma potrebbe essere approvata subito la legge delega, fondamentale per impegnare l’esecutivo a riprendere la discussione sulla questione pensioni con la definizione di soluzioni in tempi certi.

Ulteriori cambiamenti richiesti riguardano la cancellazione delle ricongiunzioni onerose e la semplificazione del cumulo; l’estensione del contributivo donna per gli ulteriori tre mesi attualmente negato; l’aumento del fondo per precoci e usuranti; lo stop al blocco delle perequazioni automatiche delle pensioni dal 2017; miglioramenti della staffetta così come modulata dall’esecutivo, per renderla più conveniente per tutti, imprese e lavoratori.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il