BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie pressione dei partiti nuovi e alleanze inedite per quota 100, assegno universale, mini pensioni

Possibili cambiamenti e novità pensioni da approvare nel breve periodo per evitare spaccature politiche e strane alleanze: le ultime notizie e nuovi partiti nati




Dalla legge delega collegata al testo ufficiale, ai nuovi metodi in prova, tra quelli di quota 100 con mini pensione, assegno universale ed estensione del contributivo donna anche agli uomini e sempre accompagnati dall’erogazione della mini pensione per alleggerire le penalizzazioni previste, al miglioramento della staffetta così come approvata dall’esecutivo, a novità per la semplificazione del cumulo e per rendere gratis le ricongiunzioni. Questi sono i principali cambiamenti richiesti per le pensioni, su cui l’esecutivo discute da tempo ormai ma per cui non sembra si sia fatto nulla di concreto finora, il che rappresenta una forte delusione per forze politiche, sociali e cittadini stessi.

La questione pensioni, tra le più aperte e discusse, sembra essere stata ancora una volta dimenticata dall’esecutivo che continua a focalizzarsi su altri provvedimenti prioritari, rimandando sempre il capitolo previdenziale. Tuttavia la possibilità di alleanze politiche inattese e la nascita di nuovi partiti, in vista delle prossime elezioni, potrebbe portare l’esecutivo a concedere qualche novità in modo da accontentare tutti ed evitare spaccature anche interne con l’opposizione del Pd.

A scatenare pensieri si approvazione di cambiamenti anche minimi ma che possano dimostrare l’intenzione dell’esecutivo di soddisfare le richieste giunte in questi mesi volte a rivedere le attuali norme pensionistiche, la nascita di Sinistra Italiana prima e di Noi Italiani poi. Sinistra Italiana nasce come partito alternativa alla politica di Renzi, costituito ai parlamentari di Sel, alcuni ex membri del Pd, e dissidenti del Movimento 5 Stelle, e che annovera tra i fondatori Stefano Fassina e l’ex governatore della Puglia Vendola di Sel.

Obiettivi, in tema di pensioni, della Nuova Sinistra, sono la revisione totale dell’attuale legge pensioni, con novità che possano sostenere tutti, senza alcuna penalizzazione per specifiche categorie di lavoratori; approvare la pensione anticipata a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni; l’introduzione dell’assegno universale per tutti coloro che si ritrovano senza lavoro, punto su cui si nota chiaramente la convergenza di idee con il M5S con cui potrebbe nascere un’alleanza inattesa proprio per spingere l’approvazione di novità pensionistiche.

Qualche giorno fa anche l’annuncio della nascita di Noi Italiani, tra i fondatori l’imprenditore Diego Della Valle che ha definito il nuovo nato un movimento solidale, che punta a rappresentare le esigenze e soddisfare i bisogni dei cittadini e si pone come nuova opportunità soprattutto dei giovani. Della Valle, come ben dimostra già la sua strategia aziendale, punterebbe su rafforzamento di welfare e servizi assistenziali, ma anche sull’introduzione dell’assegno universale per tutti e sull’abbassamento dell’età pensionabile per tutti, portando la soglia di età di uscita dal lavoro introno ai 62-64 anni, in base alla tipologia di lavoro svolto, per sostenere il rilancio dell’occupazione soprattutto giovanile, con sistemi come staffetta e part time. Forza Italia guarda con favore alla nascita di questo nuovo movimento che lo stesso Della Valle non ha escluso di portare in politica ma dal prossimo anno, il che potrebbe portare ad un allearsi di Forza Italia con Noi Italiani come alternativa all’avanzata leghista.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il