BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa 2016 agevolazioni fiscali Agenzia Entrate, incentivi 50%-65% e bonus mobili: novità questa settimana

Si prospetta il rinnovo per un altro anno delle agevolazioni per gli interventi di riqualificazione energetica e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.




Anche per il 2016 sono confermate le detrazioni fiscali Irpef per gli interventi di riqualificazione energetica, i cosiddetti ecobonus, compresi schermature solari esterne degli edifici e per gli impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, e gli interventi antisismici qualificati. Stando alle norme che sono adesso a Montecitorio, l'agevolazione è pari al 65% delle spese effettuate fino al 31 dicembre 2016 che si affianca a quella del 50% sulle ristrutturazioni edilizie, sui mobili e sui grandi elettrodomestici fino a un massimo di 10.000 euro di spesa.

La novità rispetto alle regole in vigore fino alla fine di quest'anno è il raddoppio della soglia massima del bonus mobili per le giovani coppie, anche di fatto ma in ogni caso solo se uno dei due ha meso di 35 anni, che acquistano casa: da 8.000 euro, la soglia massima ammessa al benefico fiscale è ora di 16.000 euro. Sono inclusi letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione. Rimangono invece fuori l'acquisto di porte, pavimentazioni, tende e tendaggi e altri complementi di arredo.

Rientrano nei grandi elettrodomestici frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento. Tra le spese da portare in detrazione si possono includere quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.

Per ottenere l'agevolazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifici bancari o postali, sui quali vanno indicati la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato., Stesse modalità devono essere osservate per, il pagamento delle spese di trasporto e montaggio dei beni.

Per quanto riguarda l'ecobonus, sono coperti gli interventi per la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, per il miglioramento termico dell'edificio ovvero coibentazioni, pavimenti, finestre, quelli per l'installazione di pannelli solari, quelli per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. Condizione indispensabile è l'esecuzione di interventi su unità immobiliari esistenti, qualunque sia la categoria catastale. Sono ammessi ammessi all'agevolazione sia le persone fisiche che gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

La detrazione va distribuita in dieci rate annuali di pari importo, non ci sono l'obbligo di indicare separatamente il costo della manodopera nella fattura emessa dall'impresa esecutrice dei lavori e quello di presentazione dell'attestato di certificazione energetica per la sostituzione di finestre, per l'installazione dei pannelli solari e per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale. Sarà invece necessario comunicare all'Agenzia delle Entrate l'eventuale prosecuzione dei lavori oltre un periodo d'imposta.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il