BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità con sorprese potenziali e a più livelli in questo mese, riforma: novità oggi mercoledì

Diverse le prospettive di cambiamento in questo mese per le novità sulle pensioni, mentre prende il via la riforma del processo telematico e si attende il Qe




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 12:14 mercoledì 2 Dicembre): L'esecutivo attraverso i suoi relatori ha presentato oggi un nuovo cambiamento ufficiale per quanto riguarda le banche, ma non essendo ancora completo, potrà essere integrato fino a venerdì come confermano le ultime notizie e ultimissime. Mancano ancora, dunque, numerosi cambiamenti da presentare dell'esecutivo dalle novità per le pensioni alle tasse a tutti gli argomenti del testo ufficiale. Le trattative continuano in riunioni e incontri, ma visto la proroga concessa potrebbero slittare tutti a questo punto tutto a venerdì.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9,33 mercoledì 2 Dicembre): Su almeno tre livelli vi potrebbero essere novità per quanto riguardo le novità sulle pensioni. Sicuramente dall'iter dei cambiamenti richiesti dalle varie forze politiche della seconda fase a Montecitorio per cui almeno al momento, però, non arrivano ultime notizie e ultimissime positive così come dal pacchetto dei supervisori dell'esecutivo che si attendeva ieri e non è ancora arrivato con trattative che continuano con l'opposizione interna del partito soprattutto. E poi, a sorpresa, dall'esecutivo stesso che potrebbe sia comunicare le proprie intenzioni reali nei prossimi giorni in una serie di appuntamenti previsti, sia inserire alcune misure a sorpresa nei prossimi Consigli dei Ministri soprattutto in vista dei cambiamenti e novità che scatteranno dal 1 Gennaio tutte negative e peggiorative.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 18:07 martedì 1 Dicembre): Da più parti potrebbero arrivare le novità per le pensioni in questo nuovo mese appena iniziato che sarà ricco, è facile scommettere, di tante, tantissime notizie sulle pensioni. E tra le ultime notizie e ultimissime che si attendono già per oggi vi è la lista dei cambiamenti ufficiali dei relatori che dovrebbe essere depositata entro stasera salvo proroghe. E' da qui che si attendono i cambiamenti che più facilmente potranno passare effettivamente al voto seppur non mancano quelli dei partiti delle opposizioni e di singoli gruppi di deputati del centro sinistra che salvo sorprese sono anche quelli più interessanti. E se non vi fossero i cambiamenti sperati è lecito attendersi delle nuove comunicazioni da parte sia dell'esecutivo con i suoi Ministri che si ritroveranno sia il prossimo week-end che alla Leopolda. Comunicazioni che potrebbero arrivare soprattutto già con la prospettiva delle prossime elezioni amministrative dove i sondaggi vedono il Partito Democratico in calo mentre in crescita vi sono Lega e Movimento 5 Stelle che fanno delle pensioni uno dei temi principali. E poi ulteriori cambiamenti o, per meglio dire, spinte per farli, dalla magistratura, regioni e dalla stessa Europa

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 22:01 oggi lunedì 30 Novembre): Su almeno tre livelli differenti vi potrebbero essere delle novità sulle pensioni che possiamo prevedere oggi in questo mese in base alle ultime notizie e ultimissime anche se potrebbero non mancare le sorprese visto i tanti cambiamenti che in automatico entreranno in vigore tra un mese con il nuovo anno e tutti in peggioramento della già difficile situazione. Abbiamo iniziato a vedere i vari livelli di cambiamenti possibili nel paragrafo dedicato.

Si apre un mese cruciale per capire quali novità pensioni potranno essere effettivamente approvate, mentre si attendono le soluzioni dei relatori. Attesa la nuova riunione della Bce che dovrebbe estendere il Qe e parte da oggi il processo telematico tributario.

Pensioni: Tardano ancora ad arrivare cambiamenti, sia migliorativi, con particolare riferimento alla staffetta così come modulata attualmente e da rendere più vantaggiosa per imprese e lavoratori, sia relativi ai nuovi metodi in prova da far approvare subito, tra le due versioni di quota 100, assegno universale con mini pensione ed estensione del contributivo donna anche agli uomini ma sempre accompagnato dalla mini pensioni per rendere meno pesanti le penalizzazioni previste, su cui stanno lavorando ormai da tempo i relatori. L’anno sta per volgere al termine, l’approvazione delle novità dell’esecutivo è fissata massimo entro il 31 dicembre 2015 ma a quanto pare sulla questione pensione si va ancora decisamente a rilento. E mentre si attendono dai relatori quelle soluzioni condivise da tutti che avevano annunciato in modo da non creare scontri e strane alleanze, le ultime notizie riguardano le novità avanzate dalla Lega, che ha presentato un cambiamento basato sulla quota 100; dal Movimento 5 Stelle, che ha avanzato un progetto simile sull'uscita prima e uno sull'assegno universale; e da Ncd per migliorare la staffetta ibrida rendendola più vantaggiosa sia per i cittadini che per le imprese, con uscita a 63 anni. Ma in questo mese di dicembre ancora a far ben sperare potrebbero essere i due piani su cui si intende lavorare, vale a dire le discussioni della seconda fase con i cambiamenti attesi dai relatori, richiesti entro domani in modo da permettere discussioni più approfondite prima di arrivare all’esame legislativo e finanziario per il voto che dovrebbe iniziare nella seconda settimana di questo mese; e l’approvazione della legge delega collegata al testo ufficiale che dimostrerebbe comunque l’impegno dell’esecutivo per approvare novità nel breve periodo. Dalle ultime dichiarazioni dei vari esponenti dell’esecutivo, c’è però chi rimanda ogni provvedimento a qualche mese e chi anche tra due anni, chi, invece, auspica novità prima della fine dell’anno, soprattutto per evitare che da gennaio 2016 scattino quei cambiamenti negativi, a partire dall’aumento dell’età pensionabile che, per effetto dell’adeguamento all’aspettativa di vita Istat, l’età pensionabile passerà da 66 anni e tre mesi a 66 anni e sette mesi.

Riforma processo telematico: Al via da domani, martedì primo dicembre, la procedura online del processo tributario. Il processo parte in via sperimentale in Umbria e in Toscana, con l’obiettivo di rendere più semplice e rapidi gli adempimenti, favorendo allo stesso tempo anche la riduzione della spesa pubblica. Il processo tributario telematico dovrebbe, infatti, permettere di recuperare tempo e produttività nelle commissioni tributarie, e di ridurre il ricorso al cartaceo, visto che tutto sarà d’ora gestito attraverso gli archivi informatici. Resta da capire se il progetto sperimentale funzionerà e sortirà effettivamente tali risultati. Nel caso di esiti positivi, si tratterebbe di tagliare in maniera drastica i tempi di attesa di svolgimento dei processi.

Olimpiadi candidature: Amburgo, Toronto e Boston hanno ritirato la propria candidatura dai Giochi Olimpici e Paralimpici nel 2024, mentre il Comune di Roma l'hanno già ufficializzata lo scorso settembre. Il Comitato Olimpico Internazionale ha deciso che la scelta sulla città ospitante sarà presa a Lima, in Perù, a settembre del 2017. Da anni ormai sempre più città ritengono sia dannoso organizzare le Olimpiadi, perché costano troppo e si lasciano dietro infrastrutture che rimangono spesso inutilizzate, ma, d’altro canto, sono aumentate le candidature e i grandi eventi sportivi organizzati da paesi con governi totalitari, che li usano per promuovere se stessi e sdoganarsi davanti alla comunità internazionale.

Riforma Qe: In attesa della riunione della Bce di questa settimana, il presidente Draghi dovrebbe annunciare un ampliamento del Quantitative easing e tra le possibili ipotesi è di tagliare ancora il tasso sui depositi, cioè quanto le banche ormai pagano (visto che il tasso è a -0,2%) quando depositano soldi presso la Bce. Il Qe non può infatti acquistare titoli che rendano meno di quel limite, ma considerando il calo degli spread ormai sono molte le obbligazioni di Stato a rendimento negativo, il che comporta una scarsità sul mercato di titoli potenzialmente acquistabili dalla Bce.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il