BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità incontri e appuntamenti in programma questo mese con alcune potenziali sorprese, riforma: ultime giovedì oggi

Le ultime novità tra prossimi appuntamenti per eventuali novità pensioni, investimenti pubblicità online e costi di progetti strategici che non vengano realizzati




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:22 oggi giovedì 3 Dicembre): Tanti appuntamenti e incontri sono previsti per le novità sulle pensioni che potrebbero portare cambiamenti importanti sia diretti e indiretti. E le ultime notizie e ultimissime non nascondo anche possibili potenziali sorprese. Il calendario con alcune indicazioni lo abbiamo visto nel paragrafo dedicato sotto.

I nuovi appuntamenti in programma questo mese di dicembre e che potrebbero avere conseguenze su novità pensioni. Ultime notizie su nuove possibilità offerte dalla sharing economy, costi miliardari per progetti strategici non realizzati e crescita degli investimenti italiani nella pubblicità online. A trainare questa crescita sono soprattutto i social network.

Pensioni quota 100, mini pensioni: Tra la nuova votazione dei tre giudici della Consulta e altri appuntamenti in programma per questo mese di dicembre, ci si aspettano diverse novità, anche se le ultime notizie su quelli che potrebbero essere i cambiamenti per le pensioni non sono molto positive. La votazione della Consulta è molto importante considerando che il peso che la Consulta ha in numerose decisioni fondamentali, come abbiamo già visto in diverse occasioni come quella di qualche mese fa sul rimborso ai pensionati con assegni superiori tre volte il minimo Inps, perché illegittimo, per cui far vincere i propri candidati significherebbe avere appoggio sulle decisioni delle questioni più importanti, pensioni comprese e con loro sistemi di cambiamenti sul tavolo, da quelli 360 gradi per il sistema previdenziale, ai progetti di uscita prima, all’assegno universale. Si tratta di cambiamenti di cui si discute da mesi, ancora bloccati, secondo quanto spiegato da sempre, per scarsa disponibilità di risorse economiche. Dopo il voto della Consulta, nel fine settimana sono in programma nuovi incontri voluti dal premier Renzi, che si prepara a riorganizzare il Pd, mentre 11, 12 e 13 dicembre appuntamento in programma l’ormai consueta Leopolda, dove probabilmente si parlerà di pensioni e, a sorpresa, lo stesso premier potrebbe fare annunci inaspettati, anche se secondo molti sarà difficile o se così sarà si farà riferimenti a novità pensioni ma per i prossimi mesi. In questi giorni, tuttavia, continueranno i lavori della seconda fase con le discussioni in Aula, cui seguirà il voto del 6 dicembre. Oggi intanto proseguono gli incontri per la definizione di cambiamenti ufficiali e sempre per oggi sono attesi i cambiamenti dei relatori che però potrebbero arrivare fino alla fine.

Riforma sharing economy: La sharing economy, economica della condivisione, potrebbe rappresentare un forte traino per lo sviluppo: questo per lo meno quanto emerge dal paper di ompetere.Eu,’Innovazione e governance ai tempi della sharing economy. Opportunità e proposte per Milano 2016’ presentato a Milano e che rappresenta un'analisi sulle principali sfide legate allo sviluppo tecnologico e allo scambio sempre più diffuso di beni intangibili, e quindi alla così detta sharing economy. Secondo la ricerca, la sharing economy potrebbe rappresentare una grande risorsa economica per l’Italia e avere nei prossimi anni significativi risvolti sia a livello occupazionale sia fiscale. Tuttavia, ad eccezione di Milano, il mercato dei servizi in Italia è molto limitato, a causa dei contrasti a livello normativo ed economico/fiscale, negli ultimi mesi al centro di un acceso dibattito all'interno delle istituzioni nazionali per cui manca ancora una soluzione. E’, dunque, in questo senso che dovrebbero essere orientati i prossimi lavori.

Pubblicità online: Crescono gli investimenti italiani nella pubblicità digitale che segnano un rialzo del 10% nel 2015 rispetto al 2014, superiore alle aspettative di inizio anno, per un mercato da 2,15 miliardi di euro. Si tratta di un terzo del totale investito in pubblicità nel nostro Paese. Cresce anche l’intero settore delle sponsorizzazioni dell’1,2%. Secondo presidente di Iab Italia Carlo Nosedail, si tratta di “Un valore importante, anche in considerazione del fatto che contesti di riferimento come quello americano sono caratterizzati da un contributo dell’online pari al 35%”. Per Nosedail, i prossimi 12 mesi dovrebbero registrare un rialzo tendente al 20% e sottolinea come sia cambiato “il modo di comunicare delle persone che non vanno più targhettizzate in base all’età o ad altri parametri generici ma secondo il loro stile di vita e le loro preferenze” e questo è il motivo per cui crescono i social network e con la loro capacità di captare tendenze e abitudini degli utenti.

Riforma progetti strategici: Oltre 640 miliardi di euro fino al 2030 è a quanto ammonta il costo dei progetti strategici non realizzati e che spaziano in diversi campi, dalle telecomunicazioni, alla logistica, all'energia, all'ambiente, alle ferrovie, alle infrastrutture. Decisamente importanti le grandi opere e gli upgrade tecnologici e ammodernamenti delle infrastrutture esistenti come. Non realizzarli costa al paese fino a 32 miliardi di euro nei prossimi 16 anni, mentre l’85% delle opere strategiche è in ritardo, con tempi più che raddoppiati (+110% in media), e il 67% ha subito un incremento di costo anche fino all’80%. Tra i grandi esempi emblematici di opere con tempi e costi dilatati, la Metro C di Roma, la Brebemi, l’elettrodotto Sorgente-Rizziconi, la Pedemontana Lombarda.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il