BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie cambiamenti ufficiali depositati Pd, Udc, Lega, Fi, M5S per quota 100, mini pensioni, assegno universale

Le ultime novità sulle pensioni presentate dalle forze politiche Lega, Fi, M5S, Pd, Udc e cosa prevedono: quale misura riuscirà ad essere effettivamente approvata?




E’ sceso a 600 il numero di cambiamenti su cui si concentreranno le discussioni tra oggi e i prossimi giorni dell’esecutivo. Tra le novità previste anche quelle sulle pensioni, nonostante la situazione decisamente difficile in cui muoversi. Mancano infatti ancora le risorse economiche necessarie per cambiamenti urgenti sulle pensioni, sono stati sospesi i fondi dall’Ue, anche se l’esecutivo potrebbe comunque decidere di usarli ma per cambiamenti temporanei, e chi spingeva su novità pensionistiche sembra aver fatto un passo indietro, a partire dallo stesso Pd che nel giorno di presentazione dei cambiamenti ufficiali ha avanzato solo la proroga di ulteriori tre mesi del contributivo donna per abbassare l’età di uscita dal lavoro e la cancellazione delle penalità per chi esce prima. Nessun riferimento, invece, a quel piano di quota 100.

E' stato chiesto anche ufficialmente che l'ordine del giorno presentato a Palazzo Madama si trasformi in legge delega, un passo importante per un impegno dell’esecutivo a realizzare comunque novità pensionistiche in tempi certi, mossa che certamente verrebbe particolarmente apprezzata dai cittadini che attendono ormai da tempo cambiamenti pensionistici.
 
Mentre Forza Italia ha chiesto un cambiamento della staffetta ibrida per migliorarla, un metodo nuovo e un aumento delle pensioni minime a 800 euro, Lega e M5S spingono ancora su quota 100, con possibilità di estensione anche fino a due anni ancora, e sull’approvazione dell’assegno universale, proposto del resto per la prima volta dallo stesso M5S, e l’Udc ha chiesto un miglioramento della staffetta e l’approvazione di un nuovo sistema, appoggiando soprattutto quello dell’assegno universale con mini pensione per coloro cui mancano solo 3 anni al raggiungimento della pensione.

Resta, dunque, da capire gli esiti delle discussioni prima dell’inizio dell’esame sulla fattibilità economica e legislativa delle misure proposte. Molto certamente dipenderà dalla disponibilità di soldi e, si sa, quando si parla di pensioni e risorse economiche bisogna essere cauti perché, come già dimostrato in diverse occasioni, avendo fondi a disposizione, l’esecutivo tende ad utilizzarli sempre per cambiamenti che ritiene prioritari rispetto alle pensioni. Forse un piccolo spiraglio potrebbe essere rappresentato dal fatto che ci si avvicina alle prossime elezioni amministrative, per cui puntare sulle pensioni potrebbe rivelarsi vincente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il