BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa e concorso scuola: novità oggi venerdì. Nuove indicazioni per il bando e tempistiche da Miur e differenti fonti

Questa era la settimana della pubblicazione del nuovo bando per il concorso scuola 2016. Ci sono ancora nodi da sciogliere.




AGGIORNAMENTO, ULTIME NOTIZIE E NOVITA' OGGI VENERDI' 4 DICEMBRE CONCORSO SCUOLA E TFA NUOVO 2016: Sono negative le novità e ultime notizie che arrivano oggi venerdì 4 Dicembre per il concorso scuola. Secondo alcune fonti il ritardo del bando (dei tre bandi) potrebbe essere di dieci giorni, mentre per altri di 3 settimana e oltre. Il problema riguarda sempre le classi di concorso che sembravano dover essere approvate a breve dal Consiglio dei Ministri, ma sono uscite nuovi nodi da risolvere con incontri tra tecnici del Miur e Parlamento. D'altra parte, comunque, lo stesso Miur ci tiene a sottolineare che non ci saranno ritardi sulle tempistiche dell'inizio del concorso scuola da questo ritardo dei bandi.

Battute finali prima della pubblicazione del nuovo bando per il concorso scuola 2016. Il via libera è atteso in settimana, già domani stesso o venerdì, quando in Consiglio dei ministri finirà di nuovo il regolamento sulle classi di concorso. I bandi attesi sono tre (uno per la scuola dell'infanzia e della primaria, uno per la scuola secondaria di primo e secondo grado e uno per il sostegno), la prova preselettiva dovrebbero essere limitata alla sola scuola primaria e la maggiore parte delle cattedre disponibili sarà concentrata nelle regioni del nord anziché in quelle del sud.

In vista del Consiglio dei ministri, i sindacati chiedono di incontrare l'esecutivo. Più precisamente Domenico Pantaleo (Flc Cgil), Francesco Scrima (Cils Scuola), Giuseppe Turi (Uil Scuola), Marco Paolo Nigi (Snals Confsal), Rino Di Meglio (Gilda Unams) chiedono di riprendere il confronto interrotto "anche per verificare quali e quante delle condizioni e delle osservazioni poste dal Consiglio di Stato e dalle "competenti Commissioni parlamentari siano state accolte. E in seconda battuta di verificare "le eventuali ricadute sul personale già abilitato (sia a tempo indeterminato che determinato) e le correzioni apportate al regolamento e alle allegate tabelle".

Dal prossimo anno si avrà poi a che fare con le 11 nuove classi di concorso, di cui si attende la conferma dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Si tratta di A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-5 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado tl; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione.

Il Ministero dell'Istruzione rafforza intanto la sinergia con Confindustria per legare il mondo della scuola con quello del lavoro. Da una parte stipula un'intesa allo scopo e dall'altra diffonde i dati relativi all'alternanza riferiti al precedente anno scolastico che, a suo dire, evidenziano un aumento dei percorsi realizzati negli istituti tecnici, negli istituti professionali e nei licei, così come è cresciuto il coinvolgimento degli studenti. Più precisamente, secondo i dati del Miur il 48,56% delle scuole secondarie di secondo grado ha utilizzato questa metodologia didattica: 2.756 sul complessivo di 5.675, di cui 1.109 sono istituti tecnici (il 55,56% del totale di questa tipologia di istituti), 1.051 sono istituti professionali (il 68,51% del totale dei professionali) e 596 sono licei (il 27,79% del totale dei licei).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il