BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità ufficiali attese in questo week-end da incontri con elettori e cittadini, riforma: novità venerdì oggi

Le novità tra cambiamenti pensioni proposti e ancora in discussione, difficoltà e norme salvataggio Bcc e nuovi prezzi petrolio




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:12 oggi venedì 4 Dicembre): Si attendono indicazioni da parte di Ministri, politici della maggioranza e dello stesso Premier per quanto riguarda le novità sulle pensioni nel prossimo week-end quando vi saranno nella Capitale una serie di incontri tra gli esponenti del Partito Democratico e i cittadini con numerosi banchetti ed eventi organizzati. Una iniziativa che, stando alle ultime notizie e ultimissime, è sola la prima che il Premier ha deciso di lanciare con l'obiettivo di riavvicinare il partito alla gente in vista anche delle prossime amministrative dove secondo i sondaggi il partito non è così sicuro di vincere con la crescita delle opposizioni. E non è un caso che le opposizioni crescono anche puntando sulle novità per le pensioni. E sulle pensioni, in questi due anni mai toccate se non negativamente, si attendono nuove mosse dall'esecutivo e non mancheranno tra i temi che si toccheranno in queste giornate. Con la speranza che finalmente arrivi parole chiare.

Tanti cambiamenti presentati e bocciati mentre le forze politiche continuano ad avanzare diverse novità. L’esecutivo si avvia intanto al varo della riforma della Banche di credito cooperativo, mentre le ultime notizie che ci si avvia a cambiamenti per quanto riguarda il prezzo del petrolio.

Pensioni: I cambiamenti e le novità su cui si concentreranno i deputati sono circa 600, poi ci si avvierà all’esame per la fattibilità finanziaria e legislativa. Tanti i cambiamenti bocciati mentre restano ancora da sciogliere diversi nodi, tra cui quello delle pensioni. e sono diverse le misure ufficiali presentate dalle forze politiche, che però sono ancora divisi sulle novità urgenti e necessarie da approvare. Forza Italia ha chiesto un cambiamento della staffetta ibrida così come al momento modulata e che secondo molti non sarebbe conveniente per imprese e lavoratori, un nuovo metodo e l’aumento delle pensioni minime ad 800 euro. Poche le misure avanzate dal Partito Democratico, da cui ci si aspettava invece grandi cambiamenti. Il Pd ha, infatti, chiesto ufficialmente solo la proroga di ulteriori tre mesi del contributivo donna e la cancellazione delle penalità per chi esce prima. Nessun riferimento, invece, alla quota 100. E' stato però richiesto ufficialmente che l'ordine del giorno presentato a Palazzo Madama si trasformi in legge delega, passo importante per un impegno dell’esecutivo a realizzare comunque novità pensionistiche in tempi certi. La Lega ha invece presentato un piano di cambiamento con la quota 100, insieme alla proroga del contributivo donna di ulteriori due anni. Anche il M5S si è detto pronto a votare il sistema di quota 100, rilanciando però anche sull’assegno universale, mentre l’Ud ha chiesto un miglioramento della staffetta e l’approvazione di un nuovo sistema, appoggiando soprattutto quello dell’assegno universale con mini pensione per coloro cui mancano solo 3 anni al raggiungimento della pensione.

Riforma Bcc: Dirigenti dell'esecutivo, Tesoro e Banca di Italia si apprestano al varo della riforma delle Banche di credito cooperativo. L'esecutivo si è, infatti, impegnato a rivedere, entro il 2016, il mondo del credito cooperativo. Ma al momento la proposta di Alessandro Azzi, alla guida dell'associazione che riunisce le Bcc, non convince, soprattutto le federazioni Lazio e Trentino e la vigilanza, che considera poco realizzabile la soglia di capitale di un miliardo, tanto alta da rendere la sola Iccrea possibile holding unica delle Bcc. Intanto il sottosegretario Baretta ha annunciato per Natale un decreto legge. I tecnici sono al lavoro per integrare la bozza Federcasse con normative per rendere la proposta più compatibile con le direttive Ue. I punti da sciogliere sono le caratteristiche della (o delle) future holding capogruppo e le modalità di adesione o di abbandono dei nascenti gruppi di Bcc. Federcasse, però, dopo aver fortemente contestato le condizioni che hanno impedito il mancato coinvolgimento del Fondo Interbancario di tutela dei depositi nella risoluzione delle quattro banche in crisi, che dello stesso Fondo sono consorziate, ha sottolineato come le Bcc hanno sempre fatto fronte alle eventuali difficoltà in modo autonomo, grazie agli strumenti di tutela che la categoria stessa ha creato, come il Fondo di Garanzia dei Depositanti.

Multe Comunali: Calano notevolmente gli incassi raccolti dai Comuni dalle multe e nel 2015 non si andrà oltre gli 1,26 miliardi di euro contro gli 1,5 miliardi abbondanti raccolti nel 2010, secondo il Centro studi ImpresaLavoro. Commentando i dati diffusi che certificano una diminuzione del 17,82% del gettito extratributario per sanzioni amministrative, ammende e oblazioni riscosso dai Comuni italiani, l’Anci ha spiegato che i Comuni non usano le multe per fare cassa e “complessivamente non hanno utilizzato le multe in forma impropria, nonostante negli ultimi cinque anni siano stati soggetti ad una riduzione dei trasferimenti senza precedenti. Ancora una volta, ogni campagna condotta e volta alla denigrazione delle politiche comunali trova una chiara smentita nei dati”.

Riforma prezzo petrolio: Ci si avvia verso probabili cambiamenti per i prezzi del petrolio, in vista del via alla riunione dell’Opec, riunione che non si preannuncia tranquilla a distanza di un anno dalla svolta del Cartello, che ha scelto di non tagliare la produzione. Ma alla vigilia ormai del vertice Opec, le quotazioni del petrolio si mostrano deboli. Il prezzo del Wti americano scivola di 32 centesimi a 41,53 dollari, quello del Brent di 23 a 44,21 dollari al barile. L'American Petroleum Institute ha stimato per la settimana scorsa un aumento delle scorte di greggio negli USA di1,6 milioni di barili a 489,9 milioni, il livello più alto degli ultimi 80 anni, 100 milioni in più della media quinquennale del periodo. Il dato mette in evidenza il persistente eccesso di offerta imperante sul mercato del petrolio, stimabile intorno al milione di barili al giorno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il