BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti a zero spese con remunerazione e tassi di interessi migliori: offerte migliori Dicembre 2015 a confronto

Le migliori proposte di conti correnti a zero spese di questo mese di dicembre 2015: cosa propongono e quale scegliere




Sono sempre di più gli italiani che decidono si avere un conto corrente bancario in cui ‘conservare’ il proprio denaro. Il conto corrente permette infatti di effettuare diverse operazioni, dall’accredito di stipendio o pensione, a pagamenti direttamente online di bollette, ricariche di cellulari, modelli F24, eseguire bonifici e giroconti, e tanto altro. E’ chiaro, dunque, come garantisca semplicità e sicurezza ai clienti. Ma prima di aprire un conto corrente è bene confrontare diverse proposte considerando che ognuno presenta condizioni diverse, tra imposte di bollo da pagare, canone annuo, commissioni.

Vediamo dunque quali sono le migliori proposte di questo mese di dicembre 2015. Partiamo da Conto DB Online Plus di Deutsche Bank, conto online a zero canone che non prevede neppure il pagamento delle carte bancomat. Nessun costo sull’esecuzione di ogni operazioni e prelievi, ma prevede 18,60 euro di costi variabili all’anno e il pagamento dell'imposta di bollo di 34,20 euro all’anno che non è dovuta se la giacenza media non supera i 5.000 euro.

A seguire troviamo l’offerta Conto Webank di Banca Popolare di Milano, che garantisce un rendimento lordo dello 0,15% annuo, non prevede il pagamento del canone, nessuna commissione su prelievi e bonifici, ma è previsto il pagamento dell’imposta di bollo di 34,20 euro l’anno. Tra le migliori proposte, resiste quella del Conto Base di Intesa Sanpaolo: è riservato ai clienti non titolari presso la banca di: altro conto corrente, carta prepagata Superflash, carta Pensione o libretto di deposito a risparmio.

Si tratta di un conto a zero spese che però prevede un'operatività limitata e consente soltanto operazioni di prelievo contante in filiale e presso gli sportelli automatici, versamento contante e assegni in filiale e presso gli sportelli automatici, operazioni di addebito diretto nazionale o Area Sepa, effettuazione e ricezione Bonifici e offre Carta Bancomat e uso dei servizi online di Home Banking.
   

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il