BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blocco traffico Roma auto domani lunedì ufficiale dopo oggi blocco auto, moto, scooter, motorini domenica. Regole, orari, permessi

Oggi e domani circolazione a targhe alterne nella fascia verde della città di Roma e per domenica non è stata ancora presa una decisione.




AGGIORNAMENTO: Anche per lunedì, domani 7 Dicembre 2015, ci sarà il blocco del traffico per le auto, moto, motorini e scooter più inquinanti ma solo nella fascia vedere. Gli orari saranno sempre dalle 7,30 alle 12,30 e alle 16,30 alle 20,30

AGGIORNAMENTO: Confermato il blocco del traffico a Roma per oggi domenica 6 Dicembre 2015 solo nella fascia verde come abbiamo spiegato sotto, si attende la decisione ufficiale per lunedì 7 Dicembre sul blocco del traffico se ci sarà e con quali modalità per auto, moto, scooter, motorini. Anche pechè l'inquinamento non accenna a diminuire.

AGGIORNAMENTO: Blocco del traffico auto a Roma anche domani domenica 6 Dicembre ufficiale deciso dal Comune, ma nella sola fascia verde e per le auto, moto, motorini, scooter più inquinanti. Il blocco sarà dalle 7,30 alle 12,30 e alle 16,30 alle 20,30

AGGIORNAMENTO: Oggi sabato 5 Dicembre vi sarà il blocco del traffico a Roma con le targhe alterne come abbiamo riportato sotto per auto, moto, motorini con le targhe pari. Potranno muoversi liberamente le targhe dispari. Si attende una decisione ufficiale per domenica 6 Dicembre 2015 dove potrebbe anche essere deciso il blocco totale. Vi riporteremo immediatamente appena disponibile le nuova decisione del Comune di Roma su tale tema.

Al via oggi il primo dei due giorni di circolazione a targhe alterne nella fascia verde della città di Roma. Oggi venerdì 4 dicembre 2015 il traffico sarà consentito solo ad auto e moto con targa pari, domani sabato 5 dicembre potranno muoversi liberamente solo quelle con targhe dispari. Le fasce orarie della limitazione sono dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Dalle 7.30 alle 20.30, sia oggi sia domani, non potranno comunque circolare auto a benzina euro 0 ed euro 1; alle auto diesel euro 0, euro 1 ed euro 2; a motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi euro 0 ed euro 1; alle microcar diesel euro 0 ed euro 1.

Non finisce qui perché a causa dell'elevato livello di smog, non è da escludere un blocco totale per l'intera giornata di domenica 6 dicembre. La questione è adesso al centro dell'attenzione dell'amministrazione di Roma e a breve si avranno notizie ufficiali. Forniremo aggiornamenti tempestivi non appena disponibili. A ogni modo quelle delle targhe alterne non è la sola misura adottata per contenere l'inquinamento dell'aria.

La giunta capitolina ha deciso di limitare a 12 ore al giorno l'accensione degli impianti termici che non possono superare i 18 gradi di temperatura negli edifici classificati come E1 (stazioni per servizi di trasporto, terrestri, marittimi e aerei), E2 (ponti comunali e provinciali soggetti a pedaggio), E4 (recinti chiusi per speciali esigenze pubbliche), E5 (fabbricati costituenti fortificazioni e loro dipendenze) ed E6 (fari, semafori, torri per rendere d'uso pubblico l'orologio comunale); 17 gradi in quelli classificati E8 (fabbricati e costruzioni nei cimiteri, esclusi i colombari, i sepolcri e le tombe di famiglia). Il divieto non coinvolge ospedali, case di cura, cliniche, scuole.

Ci sono comunque diverse categorie derogate dal blocco del traffico a Roma: veicoli impiegati da medici e veterinari, muniti del contrassegno rilasciato dal rispettivo Ordine, in prestazione di emergenza, adeguatamente motivata; veicoli muniti del contrassegno per persone invalide; veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico-ambientale, alla gestione emergenziale del verde, alla Protezione civile e agli interventi di urgente ripristino del decoro urbano; veicoli adibiti a servizio di polizia e sicurezza, emergenza anche sociale, compreso il soccorso e il trasporto salme; veicoli alimentati a metano e a GPL. Via libera anche per veicoli adibiti a servizi manutentivi di pronto intervento che risultino individuabili o con adeguato contrassegno e certificazione del datore di lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il