BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità per prossimi giorni in questo secondo passaggio per riforma pensioni subito: novità domenica oggi

Non solo partite Iva a regime dei minimi o forfettario, sono allo studio misure di sostegno anche per quelle a regime ordinario.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:41 domenica 6 Dicembre): Si apre da oggi domenica nel pomeriggio, o meglio verso la serata, la parte più importante di questo secondo passaggio a Montecitorio tra cui si analizzeranno le coperture e i vincoli costituzionali delle novità per le pensioni. E poi da lunedì o più verosimilmente da mercoledì saranno consegnati ufficialmente tutti i cambiamenti dei supervisori dell'esecutivo di cui abbiamo parlato nelle ultime notizie e ultimissime. Sotto abbiamo indicato alcuni punti fondamentiali al momento di questo iter che sta procedendo per quanto riguarda la riforma pensioni subito.

Nella prossima settimana sono attese novità e notizie ufficiali sulle pensioni perché oggi domenica 6 dicembre 2015 proseguono incontri e confronti tra esecutivo e relatori.

Pensioni. Nella prossima settimana il quadro delle novità sulle pensioni dovrebbe essere finalmente più chiaro. Molti dei cambiamenti proposti sono ancora oggetto di confronto tra l'esecutivo e i relatori dei provvedimenti. In particolare si cercherà di intervenire per migliorare la piattaforma governativa. Si punta ad esempio a non far applicare nella proroga del contributivo donna ovvero della concessione dell'opportunità di ritirarsi a 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di contributi se dipendenti o a 58 anni e 3 mesi se autonome, in cambio del ricalcolo dell'assegno con il contributivo, l'aumento della speranza di vita fissato dall'attuale legge previdenziale.

Poi c'è la legge delega con cui vincolare l'esecutivo a impegnarsi sulle pensioni con scadenze ben precise e ci sono i metodi di prova intorno a quota 100, intesa come somma tra età anagrafica e anni di contributi versati per congedarsi dal mondo del lavoro. A propositi di proposte governative, ecco la staffetta ibrida con cui i lavoratori privati di 63 anni possono concordare il dimezzamento dell'orario di impiego mantenendo il 65% dello stipendio e senza subire penalizzazioni sull'assegno previdenziale. L'intenzione è di intervenire per aumentare la platea dei potenziali beneficiari o prevedendo l'obbligatorietà del ricambio generazionale.

Riforma canone Rai. Mancano circa 8.000 firme ad Altroconsumo per raggiungere quota 60.000, necessari per presentare all'esecutivo la proposta di cancellare il canone Rai 2016 in bolletta. Come si legge nel testo di invio a sottoscrivere l'iniziativa, i cittadini "non intendono più accettare di assistere al lento e crescente degrado del servizio pubblico televisivo." Da qui la richiesta a Palazzo Chigi "di porre in essere un pacchetto di riforme strutturali, serio, concreto e sostenibile, che preveda il mantenimento di un solo canale di vero servizio pubblico e la privatizzazione degli altri canali Rai".

Bonus 80 euro polizia, carabinieri. Fino a che punto il bonus di 80 euro per le forze dell'ordine promesso dal premier sarà simile allo sgravio Irpef in vigore per i lavoratori a tempo indeterminato e coloro con redditi assimilati? Tutti loro ricevono il bonus di 80 euro se percepiscono un reddito lordo tra 8.000 e 24.000 euro. Per redditi assimilati si intendono anche quei compensi percepiti da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, da soci delle cooperative, a carico di terzi dai lavoratori dipendenti per incarichi svolti, da chiunque corrisposte a titolo di borsa di studio, premio o sussidio per fini di studio o addestramento.

Riforma partita Iva. Non solo partite Iva a regime dei minimi o forfettario, nella manovra sono presenti misure anche per quelle ordinarie, come la deducibilità fino a 5.000 euro delle spese per riqualificazione professionale, autoimprenditorialità e orientamento per il nuovo inserimento nel mondo del lavoro e la deducibilità integrale delle spese di formazione e aggiornamento professionale fino a un massimo di 10.000 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il