BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie tra oggi lunedì e mercoledì saranno presentati da supervisori quota 100, mini pensioni, assegno universale

Sono slittati i termini di presentazione dei cambiamenti da parte dei relatori: novità pensioni ancora possibili e provvedimenti proposti




Sono slittati i termini di presentazione dei cambiamenti da parte dei relatori e le novità dovrebbero arrivare tra domani, lunedì 7 dicembre, e mercoledì 9. L'idea è quella di arrivare alla discussione a Montecitorio entro l’11 dicembre. Difficile che tra i cambiamenti proposti rientrino quelli in discussione nel corso di questi mesi tra quota 100, mini pensione, o assegno universale anche se si dovrebbe arrivare all’approvazione di una legge delega ufficiale che dovrebbe contenerli.

La situazione, al momento, risulta però ancora piuttosto confusa: ci si aspettava che fossero innanzitutto i relatori stessi a spingere su una serie di cambiamenti che sembravano quasi in via di approvazione, come i nuovi metodi in prova che prevederebbero due versioni di quota 100 con mini pensione, assegno universale con mini pensione ed estensione del contributivo donna anche agli uomini e sempre con la mini pensione. Insieme ai relatori, avrebbe dovuto essere il Partito Democratico a spingere su maggiori cambiamenti. Ma il quadro è decisamente diverso.

Ma il quadro è decisamente diverso: i relatori stanno lavorando su cambiamenti minimi e, dal canto suo, il Partito Democratico ha chiesto solo la proroga di ulteriori tre mesi del contributivo donna e la cancellazione delle penalità per chi esce prima. Del tutto opposta la posizione della Lega che spinge, a sorpresa, sulla quota 100 e sulla proroga del contributivo donna ma di ulteriori due anni, non solo di tre mesi, soprattutto dopo aver chiesto all’Istituto di Previdenza il risultato dell’andamento del sistema e i vantaggi che avrebbe portato.

Spinge sul piano di quota 100 anche il Movimento 5 Stelle che, chiaramente, punta sempre anche sull’approvazione dell’assegno universale. Forza Italia, invece, ha chiesto un cambiamento della staffetta ibrida così come al momento modulata e che secondo molti non sarebbe conveniente né per le imprese né per i lavoratori; un metodo nuovo; e un aumento delle pensioni minime ad 800 euro. E anche l’Unione di Centro ha chiesto un miglioramento della staffetta insieme all’approvazione del nuovo metodo dell’assegno universale con mini pensione per coloro cui mancano solo 3 anni al raggiungimento della pensione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il