BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Calcolo seconda rata Imu e Tasi online F24 e compilazione automatica, stampa prima casa, seconda casa don differenze prima rata

Nel caso in cui il proprio comune abbia modificato le aliquote Imu e Tasi 2015occorre rifare i calcoli per sapere quanto pagare.




Scade il 16 dicembre 2015 il termine entro il quale pagare il saldo di Imu e Tasi. L'operazione sarà molto semplice se il proprio comune non ha modificato aliquote e detrazione rispetto a quelle applicate per la prima rata di giugno. Altrimenti sarà necessario rifare i calcoli, per i quali è disponibile in questa pagina il nostro simulatore online, utilizzabile gratuitamente. Passando in rassegna quelle dei capoluoghi di regione, ad Ancona è al 3,3%, di Aosta all'1%, di Bari al 2,99%, di Bologna al 3,3%, di Cagliari al 2,8%, di Campobasso al 2,4%, di Catanzaro al 2,4%, di Firenze al 3,3%, di Genova al 3,3%, dell'Aquila al 2,5%, di Milano al 2,5%, di Napoli al 3,3%, di Palermo al 2,89%, di Perugia al 3,3%, di Potenza al 2,5%, di Roma al 2,5%, di Torino al 3,3%, di Venezia al 2,9%.

Nel caso di una abitazione di proprietà di una cooperativa edilizia a proprietà indivisa assegnata a tempo indeterminato al socio, opera l'assimilazione alla prima casa e quindi sarà esente da Imu e soggetta a Tasi. L'assegnatario dovrebbe pagare la quota che il Comune pone a carico del detentore. Il Ministero dell'Economia ha ritenuto che in tutti i casi di fabbricati assimilati all'abitazione principale, la Tasi è sempre a carico del possessore. L'alloggio assegnato da un ex Iacp che non possa qualificarsi come alloggio sociale è soggetto a Imu, con applicazione della detrazione per abitazione principale e dell'aliquota ordinaria.

Ma se il Comune ha deliberato l'applicazione della Tasi per gli immobili diversi dall'abitazione principale, sarà necessario pagare la Tasi, in parte a carico dell'ente proprietario, in parte all'assegnatario, soggetto passivo tenuto a versare in modo autonomo. L'oratorio è considerato una pertinenza dell'edificio di culto e come tale accede all'esenzione. Le attività di oratorio o attività similari sono finalizzate a favorire lo sviluppo, la realizzazione individuale e la socializzazione dei minori, degli adolescenti e dei giovani di qualsiasi nazionalità residenti nel territorio nazionale, attraverso la realizzazione di programmi, azioni e interventi finalizzati alla diffusione dello sport e della solidarietà.

I codici tributo Imu da indicare nel modello F24, da presentare in banca o alle Poste, sono 3913 su fabbricati rurali, 3914 sui terreni, 3916 su aree fabbricabili, 3918 su altri fabbricati. Quelli Tasi, l'imposta sui servizi indivisibili comunali, sono 3958 su abitazione principale, 3959 su fabbricati rurali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il