BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ positive per rilancio del partito in vista prossime elezioni amministrative, riforma: novitÓ oggi martedý

Sembra sempre pi¨ necessario e importante un rilancio del partito democratico che potrebbe passare anche attraverso le novitÓ per le pensioni. E la riforma dell'esercito e dell'economia circolare vengono portate avanti.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11:22 oggi martedì 8 Dicembre): Il rilancio del partito potrebbe passare dalle novità per le pensioni anche importanti dopo che sono stai beneficiati seppur in diverso modo quasi tutte le altre categorie sociali. E cambiamenti che potrebbero arrivare anche prima del previsto visto l'avvicinarsi delle elezionia amministrative e i non lusinghieri sondaggi riportati nelle ultime notizie e ultimissime. Lo abbiamo visto nel paragrafo sotto dedicato.

Il rilancio del Partito Democratico che il premier Renzi ha in mente con gli incontri nelle piazze che si stanno svolgendo in questo week end e nei prossimi giorni con la nuova edizione della Leopolda passa anche attraverso le necessarie novità pensioni. Le ultime notizie sull’andamento dell’occupazione giovanile in Italia, infatti, confermano la necessità sempre più conclamata di cambiare le attuali norme. Cambiano, intanto, le regole di transizione verso un’economia circolare e questione caos olio di questi ultimi giorni.

Pensioni: Il rilancio del Partito Democratico che il premier Renzi ha in mente con gli incontri nelle piazze che si stanno svolgendo in questo week end e nei prossimi giorni con la nuova edizione della Leopolda, in programma a Firenze 11, 12 e 13 dicembre, passa anche dalla questione pensioni e da eventuali novità che sarà in grado di assicurare. Si tratta di una questione che, se volesse lui stesso, potrebbe essere chiusa con cambiamenti entro quest’anno. Del resto, Renzi sa che nei prossimi mesi, tempo in cui al momento sarebbero state rimandate le novità pensioni, potrebbero ancora esserci diversi ostacoli da superare esattamente come in questo momento, il più grande ancora l’Europa, che, sospendendo i fondi extra deficit già concessi, si è riservata un’ulteriore valutazione per la prossima primavera. E sa anche che il piano di cambiamenti a 360 gradi scontenterà coloro che percepiscono le pensioni più elevate e che dovrebbero essere colpite dal ricalcolo. Bisogna, tuttavia, considerare che al momento, però, gli scontenti sono i pensiondandi, che vedranno slittare ancor più avanti la loro soglia di uscita dal lavoro dal prossimo gennaio 2016 quando l’età pensionabile salirà ancora passando dai 66 anni e tre mesi ai 66 anni e sette mesi, e i giovani di età compresa tra i 25 e i 30 anni, spesso disoccupati, nella maggior parte precari e con un futuro decisamente incerto. Finora, infatti, per queste persone non è stato fatto nulla, mentre, per esempio, si è pensato all’erogazione del bonus di 80 euro per i lavoratori dipendenti, stesso bonus che è stato qualche giorno fa annunciato anche per le Forze dell’Ordine. Ora, dunque, potrebbe essere arrivato il momento di attuare politiche che favoriscano i pensionamenti anticipati e aumentino l’occupazione giovanile, la cui situazione, come gli ultimissimi dati testimoniano, è ancora decisamente negativa, a partire dall’approvazione di uno dei metodi in prova. E sono novità che potrebbero permettere all’esecutivo di guadagnare nuovi consensi in vista delle prossime elezioni amministrative che altrimenti si rischia di perdere contro partiti come la Lega o il Movimento 5 Stelle che, a sorpresa, hanno fatto delle novità pensioni la loro bandiera.

Riforma economica circolare: Bruxelles ha deciso di stanziare ben oltre 6 miliardi di euro per la transizione verso un'economia circolare, sostenendo così la crescita economica sostenibile e la creazione di nuovi posti di lavoro. Come spiegato dai vicepresidenti Frans Timmermans e Jyrki Katainen, per la transizione sono stati stanziati oltre 6 miliardi, di cui 650 milioni provenienti dal programma Orizzonte 2020 e 5,5 dai fondi strutturali per la gestione dei rifiuti.

Olio alterato: Il Corpo forestale dello Stato ha scoperto tra Brindisi e Bari una maxifrode su 7.000 tonnellate di olio spacciato come 100% italiano, ma in realtà ottenuto dalla miscelazione di oli presumibilmente extravergini provenienti anche da Paesi extra Ue, come Marocco, Tunisia e Turchia. L’olio alterato veniva venduto sul mercato italiano e internazionale (statunitense e giapponese) con la dicitura 100% italiano, frode al Made in Italy. I controlli hanno interessato aziende di Fasano, Grumo Appula e Monopoli e un laboratorio di certificazione, dopo l’avvio di un’indagine per accertare irregolarità sullo smaltimento degli ulivi affetti da Xylella. Sei le persone risultate indagate per frode in commercio e contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari.

Riforma esercito: Dal prossimo mese di gennaio 2016 anche le donne potranno combattere in prima fila nell’esercito: questa l’ultima novità che parte dagli Usa. Inoltre, sempre da gennaio prossimo, le donne potranno anche prendere parte alle operazioni speciali Delta Force e Navy Seals. La storica decisione è stata annunciata dal segretario della Difesa americano, Ash Carter.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il