BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie domani mercoledì potrebbero arrivare novità per riforma pensioni subito da supervisori esecutivo

Cambiano i tempi di presentazione delle novità da parte dei supervisori: nuovo iter di lavoro e cambiamenti pensione ancora in discussione




E’ slittata la presentazione dei cambiamenti da parte dei relatori che, come sappiamo, hanno facoltà di presentarli fino all’ultimo momento e le novità probabilmente arriveranno nei primi giorni della settimana che si apre domani, dunque tra domani, lunedì 7, e mercoledì 9. In discussione restano solo 600 proposte presentate e tra queste le indiscrezioni confermano anche quelle sulle pensioni. Le ultime notizie riportano, però, alcune sorpresa, a partire dal fatto che i cambiamenti proposti dai relatori stessi potrebbero essere minimi rispetto a quelli inizialmente previsti, per arrivare alle al fatto che tra tutti a portare avanti quota 100 e la richieste di estensione del contributivo donna per ulteriori due anni sia la Lega, piuttosto che l'ideatori del Partito Democratico stesso. Dopo la presentazione di tutti i cambiamenti inizierà l’esame per la fattibilità finanziaria e legislativa.

Di certo si sa che a poche settimane ormai dalla scadenza del termine definitivo di approvazione delle nuove misure, sono ancora diversi i provvedimenti su cui puntano i diversi partiti politici ad oggi. Forza Italia ha chiesto un cambiamento della staffetta ibrida così come al momento modulata e che secondo molti non sarebbe conveniente né per le imprese né per i lavoratori; un metodo nuovo; e un aumento delle pensioni minime ad 800 euro. Il Pd ha, invece, chiesto ufficialmente solo la proroga di ulteriori tre mesi del contributivo donna per abbassare l’età di uscita dal lavoro e la cancellazione delle penalità per chi esce prima.

Nessun riferimento, invece, al piano di quota 100 ma è stata richiesta ufficialmente la legge delega, che rappresenta un passo importante per un impegno dell’esecutivo a realizzare comunque novità pensionistiche in tempi certi. Insieme alla Lega, come detto, a dichiarare di essere pronti a sostenere e votare il piano di quota 100 anche il Movimento 5 Stelle che continua anche a rilanciare sull’assegno universale, mentre l’Unione di Centro chiede un miglioramento della staffetta e l’approvazione del nuovo metodo dell’assegno universale con mini pensione per coloro cui mancano solo 3 anni al raggiungimento della pensione.

L'idea, comunque, è che, in base all’iter stabilito, si arrivi alla discussione a Montecitorio entro l’11 dicembre. Sono ancora tante le speranze di vedere approvare novità pensionistiche soprattutto all’indomani di notizie che hanno riportato un probabile dietrofront su alcuni piani di investimento delle risorse, come quello del bonus di 500 euro ai giovani. E’ possibile, infatti, che il premier faccia un passo indietro su questo annuncio, il che significherebbe liberare fondi da investire eventualmente anche in quei cambiamenti rimasti ancora al vaglio sulle pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il