BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti Correnti: offerte nuove e migliori Dicembre 2015

Nonostante sia appena iniziato il mese di Dicembre vi sono già delle offerte interessanti per i conti correnti senza spesa. Vediamo le condizioni, se si deve pagare o meno il bollo e i tassi di interesse e rendimenti che offrono




Per chi vuole aprire un nuovo conto corrente ci sono tante offerte in questo mese di Dicembre che si possono cogliere al volo. 
Vediamo quali sono le migliori offerte di questo inizio mese per quanto riguarda i conti a zero spese e a zero canone. Da sottolineare che in alcuni si paga l'imposta di bollo, mengre in altri anch'essa è totalmente gratuita e non presente,

Una prima offerta interessante è quella della Banca Dinamica, che propone un conto corrente online senza nessun costo. I prelievi possono essere effettuati presso qualsiasi bancomat senza nessuna commissione bancaria, inoltre questo è l'unico conto dove non bisogna pagare l'imposta di bollo, visto che vi provvede la banca stessa.

Un secondo conto corrente interessante è quello proposto da Bpm: il conto si chiama Webank.it e offre lo 0,15% di interessi annuo. Tra i costi che bisogna sostenere per mantenere questo conto c'è l'imposta di bollo (che è obbligatoria per legge e quindi la banca non c'entra niente) ma se in conto c'è depositata una somma inferiore ai 5000 euro allora l'imposta non si deve pagare.

La Deutshe Bank (uno dei più importanti gruppi bancari al mondo) propone un conto corrente che garantisce lo 0,25% di rendimento annuo, oltre a offrire la carta credito gratuita per il primo anno, tuttavia il secondo anno bisogna sostenere un costo di 30 euro l'anno.

Infine c'è il conto offerto dal Gruppo Banca Popolare, che va a proporre il conto corrente chiamato Premia Conto Plus. In particolare questo conto prevede zero costo fino alla fine del 2016, inoltre il rendimento annuo proposto è dello 0,01%, tuttavia può aumentare nel caso in cui si decida di legarlo a operazioni di trading online che sono totalmente sicure e garantiscono una buona retribuzione. Anche qui è previsto il pagamento dell'imposta di bollo di 34 euro annui.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il