BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità se cambiamenti e riforma pensioni non fatti importanti policiti pronti ad uscire: novità oggi mercoledì

Continua l'incertezza sulle novità per le pensioni, mentre la riforma delle frequenze e gli studi di settore continuano.




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 16:49 oggi mercoledì 9 Dicembre): Oltre alle minacce di dimissione, vi sono numerose pressioni cresciute per le novità sulle pensioni durante gli incontri che si stanno susseguendo, come riportato dalle ultime e ultimissime notizie, in quanto l'opposizione è pronta, come aveva già annunciato alcune settimane fa, a votare in maniera trasverale alcuni cambiamenti dei partiti rivali che in realtà hanno ripreso quelle dapprima presentate dalle stessa opposizione interna. Infatti, nei quaranta, cinquanta cambiamenti che sono stati presentati dalle forze politiche ufficiali sulle pensioni vi sono quota 100, mini pensioni e assegno universale tutte mutuate da tesi di leggi dell'opposizione interna e che non erano da da essa stessa presentati attenendosi alle indicazioni dell'esecutivo che aveva promesso alcuni cambiamenti da subito, ma che al momento sono in forse. E questo apre scenari importanti per quello che potrebbe essere concesso dai supervisori per evitare sia le dimissioni sotto dette che voti congiunti che sarebbero una chiara manifestazione di crisi interna.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:36 oggi mercoledì 9 Dicembre): Dopo alcune prospettive e il calendario dei lavori aggiornato compreso quello sulle novità per le pensioni che vi abbiamo riportato sotto nelle altre news è da sottolineare che tra le ultime notizie e ultimissime riportate da importanti giornali vi è l'indiscrezioni di possibili dimmissioni di autorevoli politici della maggioranza se non si apporteranno i cambiamenti richiesti già a suo tempo in una lettera a Palazzo Madama rivolta all'esecutivo di cui il primo firmatario era Cuperlo. E tra i punti toccati vi erano le pensioni con la richiesta di alcuni cambiamenti migliorativi subito e poi dell'impegno ufficiale per l'anno prossimo con la legge delega. Anche per questo motivo, probabilmente, oltre che per i diversi problemi sorti, tardano ad arrivare i cambiamenti ufficiali dell'esecutivo per i quali le trattative sono ancora in svolgimento e secondo indiscrezioni si presentano molto difficili. Tra i nomi che potrebbero uscire ve ne sarebbero alcuni molto noti come lo stesso Cuperlo, Bindi e non solo.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9:18 oggi mercoledì 9 Dicembre): Nuovi fondi e anche l'extra deficit sembra essere destinato a nuove emergenze e non alle novità sulle pensioni per i quali, anche solo pensando ad un metodo nuovo in prova per uscire subito, basterebbero alcune centinaia di milioni che, invece, saranno dirottati ad altri scopi in base alle ultime notizie e ultimissime. Ma anche il taglio dei fondi per chi ha iniziato a lavorare prima e o chi fa particolari lavori faticosi e il blocco delle perequazioni con ulteriori tagli sono tutti destinati ad essere confermati ma non per finanziare le pensioni come sembrava in un primo momento. Quindi vi è il concreto rischio riportato anche da alcuni supervisori che non si faccia nulla nemmeno i cambiamenti minimi come la cancellazione delle penalità e la proroga del contributivo donna per la copertura di questi ultimi tre mesi. Nel frattempo oggi continuerà il lavoro sui cambiamenti evidenziati dalle forze politiche che sono iniziate domenica e proseguite lunedì. Sono tra i quaranta e i cinquanta i cambiamenti ufficiali depositati per le pensioni. Nello stesso tempo tra oggi e il fine settimana si dovrebbero finalmente concretizzare il pacchetto di cambiamenti dell'esecutivo per cui vi sono state anche ieri riunioni e incontri.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 21:02 oggi martedì 8 Dicembre): Nonostante la festività, oggi si è continuato a discutere sulle novità per le pensioni e gli altri temi nelle riunioni tra maggioranza e supervisori dove sono arrivati, come indicano le ultime notizie e ultimissime, nuovi temi sul tavolo come il salvataggio delle banche e gli aiuti per coloro che detenevano obbligazioni e le coperture nel settore sicurezza che sono sempre più incerte e che se venissero trovate potrebbero togliere altri fondi già a quelli assai minimi previsti per le pensioni. E comunque sarebbe l'ennesimo paradosso perchè, come sempre accade, si trovano i milioni per le cosidette emergenze e non si trovano per un tema ormai divenuto fondamentale per l'opinione pubblica italiana.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13:41 oggi martedì 8 Dicembre): C'è il rischio sempre più reale che non si faccia nulla per le novità sulle pensioni nemmeno i cambiamenti minimi sui tutti sembravano d'accordo, mentre che rimangono quelli negativi senza nessun miglioramento in un quadro di peggioramento costante. E' vero che le ultime notizie e ultimissime sono sempre altalenanti tra prospettive positive e negative e i confronti continuano con il tema delle pensioni sempre in evidenza, ma alcune indicazioni possono indurre ad essere negativi in un quadro comunque, molto incerto. Lo abbiamo visto sotto.

Nonostante discussioni, speranze, cambiamenti e novità proposte per cambiare le pensioni, è possibile che, ancora una volta, non si faccia nulla entro l’anno e tutto venga rimandato ai prossimi mesi. Del resto, le ultime notizie in merito non sono poi così positive e si corre il rischio di chiudere le discussioni di questi mesi con un nulla di fatto concreto. Napoli intanto si prepara alle prossime elezioni amministrative con la scelta dei candidati alla poltrona di sindaco, mentre sono in arrivo novità per gli studi di settore dei professionisti.

Pensioni: Nonostante discussioni, cambiamenti e novità proposte per cambiare  le pensioni, è possibile che quest’anno si chiuda con l’ennesimo nulla di fatto. Mentre sono stati rimandati i termini di presentazione dei cambiamenti da parte dei relatori, che inizialmente avevano avanzato diverse proposte, ora appiano fortemente divisi tra chi vorrebbe effettivamente attuare miglioramenti, anche delle misure già approvate come la staffetta ibrida, e chi, invece, rimanda tutto all’esecutivo e sarebbero a rischio anche alcuni cambiamenti minimi come l’estensione del contributivo donna e la cancellazione di penalità per chi decide di andare in pensione prima. Al momento si tratta, però, solo di indiscrezioni. Delusione anche da parte dell’opposizione interna del Partito Democratico che non ha presentato, come ci si aspettava, cambiamenti importanti, anzi ha assecondato l’esecutivo non presentando, se non attraverso singoli esponenti, i metodi in prova. Anche la legge delega sembra difficile eppure in mancanza di novità pensioni concrete potrebbe essere l’unica nota positiva per l’esecutivo, per dimostrare che esiste una reale volontà di cambiamento dell’attuale legge nonostante i tanti ostacoli da superare. Certi invece i cambiamenti negativi, dal taglio, già approvato, del fondo per precoci e usuranti ma che si era chiesto di aumentare, al nuovo blocco delle perequazioni automatiche delle pensioni dal 2017, all’aumento dell’età pensionabile a partire dal primo gennaio 2016, che si era chiesto di bloccare, e che salirà passando da 66 anni e tre mesi a 66 anni e sette mesi per effetto dell’adeguamento all’aspettativa Istat. La situazione dunque sarebbe la seguente: le risorse economiche disponibili vengono utilizzate per provvedimenti che l’esecutivo continua a considerare prioritari rispetto alle pensioni, si discute di cambiamenti anche minimi ma inutilmente, e la certezza, al momento, è che saranno attuati solo i cambiamenti negativi.

Riforma frequenze: Il Garante per le Comunicazioni lancia una sfida: installare sul tetto della propria casa o delle scuole una semplice antenna per portare il segnale Internet con una grande potenza, grazie alla tecnologia fixed wireless. Si tratta di una proposta importante per la spinta al nuovo Internet ultraveloce e senza fili che verrebbe attuato con un pacchetto di frequenze di pregio, che sono nella banda compresa tra i 3600 e i 3800 megahertz.

Elezioni Napoli: Dopo 5 anni di governo De Magistris, Napoli si avvia alle prossime elezioni amministrative per votare il nuovo sindaco ed è caos sulla candidatura di Bassolino. I vicesegretari del Pd Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani si sono espressamente dichiarati contro la sua candidatura di ma Bassolino non ha alcuna intenzione di ritirare il suo nome. Intanto, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e la portavoce nazionale di Mo'- Unione Mediterranea Flavia Sorrentino hanno presentato 'NA-Napoli Autonoma', una legge di iniziativa popolare elaborata da Mo'-Unione Mediterranea per l'autogoverno della città partenopea. Secondo quanto spiegato dalla Sorrentino, “Napoli Autonoma è una legge di iniziativa popolare e una proposta di autogoverno e di riscatto culturale ed economico per la città. Il federalismo fiscale, che inizialmente era stato proposto e venduto come solidaristico, ha dimostrato di essere un metodo che ha assecondato soltanto la propaganda leghista e che ha danneggiato fortemente le popolazioni del Mezzogiorno, contribuendo a drenare molte risorse economiche a quegli enti territoriali con una minore capacità contributiva. Dinanzi a tante ingiustizie, noi dobbiamo dare una risposta politica adeguata e forte, tanto quanto le ingiustizie che gli enti territoriali meridionali subiscono da decenni. La nostra proposta politica dà maggiore autonomia fiscale al territorio di Napoli, perché la città si renda autonoma e non sia mai più costretta ad accettare un solo centesimo di elemosina dallo Stato”.

Riforma studi di settore: Si preparano ad arrivare 70 nuovi studi settore con correttivi anticrisi e aggiornamenti per adeguare gli studi di settore alla situazione economica attraverso i seguenti interventi: analisi normalità economica, correttivi congiunturali di settore, territoriali, individuali: ad annunciare la novità la stessa Agenzia delle Entrate. Nel 2015 vanno in evoluzione i seguenti studi:12 studi di settore nel comparto manifatturiero; 12 relativi all’attività dei professionisti; 20 studi del commercio; e 26 studi relativi ai servizi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il