BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni quota 100, mini pensioni, riforma ccnl, Giubileo inizio, riforma codice strada: ultime lunedì oggi

Le ultime notizie sulle novità pensioni che effettivamente dovremmo aspettarci, atmosfera della Capitale in vista dell’inizio del Giubileo e norme codice della strada




Sono piuttosto contraddittorie le ultime notizie sulle novità pensioni che effettivamente potremmo attenderci. Diversi i passi indietro di relatori e ancora tanti i cambiamenti al vaglio presentati dai partiti. A Roma, intanto, atmosfera tesa per l’inizio del Giubileo, tra paura attentati e allarmismi, ma anche grande euforia. Le nuove possibili norme in arrivo di revisione del codice della strada.

Pensioni quota 100, mini pensioni: Le ultime notizie sulle novità pensioni che effettivamente arriveranno sono piuttosto contraddittorie. Diversi, infatti, i passi indietro e i cambiamenti dei relatori, che inizialmente puntavano a mettere a punto soluzioni condivise da tutti e a far approvare almeno uno dei metodi in prova. Ma adesso, secondo alcune indiscrezioni, alcuni potrebbero avanzare solo cambiamenti minimi, altri, invece, potrebbero rimandare tutto all’esecutivo. Avanzano, invece, le richieste dei vari partiti politici, tra la quota 100 su cui spingono Lega e Movimento 5 Stelle, all’assegno universale rilanciato sempre dal M5S, al miglioramento della staffetta proposto dall’Unione di Centro, all’aumento delle pensioni minime per tutti a 800 euro o all’approvazione di un metodo in prova sostenuti da Forza Italia. Nulla al momento nemmeno su quella legge delega che rappresenterebbe ancora un segnale forte per far capire che l’esecutivo sarebbe comunque pronto a riprendere le discussioni sulle pensioni in tempi certi e con certezza di definizione di nuove soluzioni. In questo contesto di estrema confusione, le speranze di cambiamento sulle pensioni potrebbero essere rappresentate la riammissione di cambiamenti inizialmente bocciati e dal dietrofront del premier su alcune misure annunciate. Stiamo parlando, in particolare, della riammissione del testo della riforma della consulenza finanziaria che promuove in un albo unico i diversi albi al momento esistenti e introduce ‘disposizioni tributarie e di regolazione finanziaria connesse alla predette norme’, misura che in una prima fase era stata bocciata e ora riammessa come potrebbero esserlo anche altre novità sulle pensioni, e del possibile passo indietro da parte del premier sull’annunciato bonus di 500 euro ai neo 18enni, risorse che, come molti auspicano e chiedono, potrebbero essere impiegate per le pensioni. Si tratta, infatti, di risorse che, come sostengono molti, potrebbero essere utilizzate per l’approvazione di uno dei metodi in prova, o per il miglioramento della staffetta ibrida così come già approvata, o per il sostegno allo sviluppo di politiche attive per l’occupazione giovanile. Si attendono comunque i prossimi giorni, quando scadono i termini, entro mercoledì 9, di presentazione dei cambiamenti da parte dei relatori, per poi iniziare l’esame di fattibilità economica e quindi approdare a Montecitorio entro l’11.

Riforma ccnl: Cambiano norme e regole dell'organizzazione del comparto commercio: dall’aumento contrattuale di 85 euro, ad orari di lavoro più gestibili nei periodi di maggior picco. I datori potranno, infatti, chiedere ai propri dipendenti di lavorare quattro ore in più senza la necessaria autorizzazione da parte del sindacato, ma le ore di straordinario non potranno superare le 16 settimane nell’arco di 12 mesi. Previsti, inoltre, benefici per coloro che contribuiscono a favorire l’assunzione di determinati soggetti. La riforma prevede che chiunque provveda ad assumete con contratto a tempo determinato lavoratori senza un impiego retribuito da sei mesi, lavoratori che negli ultimi sei mesi hanno svolto attività autonoma o parasubordinata percependo un reddito inferiore al minimo annuale, lavoratori che hanno terminato la disoccupazione e lavoratori che hanno concluso l’apprendistato senza che ad esso abbia fatto seguito una assunzione, possa farlo con 6 mesi con un sottoinquadramento di due livelli e i restanti 6 mesi con un sottoinquadramento di un livello.

Giubileo inizio: Fermento, attesa, timori e grande euforia nella Capitale per l’avvio del Giubileo. Se l’evento che attirerà milioni di fedeli a Roma è stato particolarmente atteso dai più religiosi, a farla da padrone in queste ultime settimane e ultimi giorni è stata la paura per rischi di attentati che potrebbero colpire al cuore Roma proprio durante questo evento, soprattutto dopo i terribili fatti del 13 novembre di Parigi. Ed è una paura che si riflette anche sulle prenotazioni nella Capitale: dai recenti dati del Codacons è emerso un netto calo delle prenotazioni nella Capitale per il Giubileo. Per il Codacons, le prenotazioni alberghiere sono in netto calo rispetto ai ponti degli scorsi anni, ‘sia perché tra gli italiani si registra un generalizzato timore che sta portando a disdette e annullamenti e sia perché, essendo uno scalo per viaggi intercontinentali e rientrando nei tour organizzati con visita delle città d’Europa, risente delle cancellazioni da parte di turisti’. Il presidente di Federalberghi Roma, Giuseppe Roscioli, ha spiegato che al momento “siamo in una situazione di attesa. Non arrivano più le disdette a valanga dei giorni scorsi, sembra essersi arrestata l’emorragia, ma il flusso è ancora decisamente tiepido e in calo di almeno il 5% rispetto al solito. È vero anche che adesso, con tutti questi siti online, ci sono veramente anche prenotazioni dell’ultimo secondo, ma ancora la situazione non è stabile”.

Riforma codice strada: Diverse le proposte di modifica presentate per rivedere alcune norme del codice della strada: in particolare, le proposte riguardano i servizi di soccorso e l’esenzione pedaggio autostradale per i veicoli adibiti al servizio, l’innalzamento a 4000 kg del limite di peso delle ambulanze, il chiarimento sul trasporto dei familiari su autoveicoli a uso speciale, e l’ampliamento delle figure previste per il rilascio della patente di servizio. L’Anpas ha, inoltre, proposto la modifiche di successivi decreti ministeriali attuativi riguardanti la definizione dei veicoli speciali (come già avviene per la Croce Rossa Italiana) e l’immatricolazione delle ambulanze prevedendo, per le Organizzazioni di Volontariato che svolgono servizi per conto dell’ente pubblico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il