BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa incentivi 2016 e detrazioni, bonus arredamento 50%-65% Governo Renzi: novità questa settimana

Verso il rinnovo dei bonus per ristrutturare casa e acquistare mobili ed elettrodomestici, ma con alcune interessanti novità.




Tra conferme e novità, fino al 31 dicembre 2016 sarà possibile ristrutturare casa e acquistare mobili ed elettrodomestici usufruendo di sconti e detrazioni. In particolare rimangono in vigore la detrazione Irpef al 50% fino a un massimo di 96.000 euro sulle ristrutturazioni edilizie, il bonus mobili del 50% fino a 10.000 euro, il bonus al 65% per gli interventi di miglioramento energetico. Per le giovani coppie che acquistano casa, la soglia massima del bonus mobili passa da 8.000 a 16.000 euro. Sono coinvolte anche le giovani coppie, ma in ogni caso almeno uno dei due membri non deve aver compiuto 35 anni di età.

Oltre alle spese necessarie per l'esecuzione dei lavori, ai fini della detrazione è sarà possibile considerare anche le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse, le spese per prestazioni professionali comunque richieste dal tipo di intervento, le spese per la messa in regola degli edifici e delle norme Unicig per gli impianti a metano, le spese per l'acquisto dei materiali, il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti, le spese per l'effettuazione di perizie e sopralluoghi, l'imposta sul valore aggiunto, l'imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori, gli oneri di urbanizzazione, gli altri costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi nonché agli adempimenti stabiliti dal regolamento di attuazione degli interventi agevolati.

Tra gli interventi di ristrutturazione edilizia sono compresi quelli rivolti a trasformare un fabbricato mediante un insieme di opere che possono portare a un fabbricato del tutto o in parte diverso dal precedente. Qualche esempio? Demolizione e fedele ricostruzione dell'immobile, modifica della facciata, realizzazione di una mansarda o di un balcone, trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone in veranda, apertura di nuove porte e finestre, costruzione dei servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti.

Riguardo agli interventi di ristrutturazione edilizia ammessi al beneficio della detrazione fiscale, l'Agenzia delle Entrate aveva tra l'altro chiarito che per la demolizione e ricostruzione con ampliamento, la detrazione non spetta in quanto l'intervento si considera, nel suo complesso, una nuova costruzione; se la ristrutturazione avviene senza demolire l'edificio esistente e con ampliamento dello stesso, la detrazione spetta solo per le spese riguardanti la parte esistente in quanto l'ampliamento configura una nuova costruzione.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il