BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie in fase di analisi novitÓ riforma pensioni subito forze politiche in attesa pacchetti esecutivo

Quali sono i cambiamenti pensioni ancora in discussione e le novitÓ attese dai relatori: ultime notizie e le prospettive per i prossimi giorni




La presentazione dei cambiamenti da parte dei relatori è slittata e l’obiettivo è arrivare alla discussione a Montecitorio entro l’11 dicembre. In discussione restano solo 600 proposte presentate e tra le novità anche quelle sulle pensioni, anche se da parte dei relatori potrebbero arrivare solo cambiamenti minimi rispetto a quelli inizialmente previsti. A portare avanti quota 100 e la richieste di estensione del contributivo donna per ulteriori due anni è, a sorpresa, la Lega, piuttosto che il Partito Democratico stesso, che chiesto ufficialmente solo la proroga di ulteriori tre mesi del contributivo donna per abbassare l’età di uscita dal lavoro e la cancellazione delle penalità per chi esce prima.

Forza Italia, invece, ha chiesto un cambiamento della staffetta ibrida così come al momento modulata e che secondo molti non sarebbe conveniente né per le imprese né per i lavoratori; un metodo nuovo; e un aumento delle pensioni minime ad 800 euro. Insieme alla Lega, a dichiarare di essere pronto a sostenere e votare il piano di quota 100 anche il Movimento 5 Stelle che continua anche a rilanciare sull’assegno universale, mentre l’Unione di Centro chiede un miglioramento della staffetta e l’approvazione del nuovo metodo dell’assegno universale con mini pensione per coloro cui mancano solo 3 anni al raggiungimento della pensione.

Questi sono i cambiamenti ancora in fase di analisi presentati dei partiti e nell’attesa di conoscere quelli ufficiali dei relatori, potrebbero aprirsi nuove speranze di approvazione di novità pensioni anche nel breve periodo, soprattutto se effettivamente il premier facesse un passo indietro sull’annunciato bonus di 500 per i neo 18enni, liberando così risorse che potrebbero essere impiegate per stimolo alle politiche attive per l’occupazione giovanile, per approvare subito un metodo in prova, o per migliorare la staffetta ibrida.

Ulteriori possibilità di cambiamenti della strategia di lavoro dell’esecutivo potrebbero essere rappresentate dalla riammissione del testo della riforma della consulenza finanziaria che promuove in un albo unico i diversi albi al momento esistenti e introduce al tempo stesso disposizioni tributarie e di regolazione finanziaria connesse alla predette norme. Si tratta di una norma inizialmente bocciata, il che significa che anche quelle non passate possono ancora tornare in discussione, quelle sulle pensioni comprese.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il