Intercettazioni di dipendenti: condannato ex manager di Sonera

L'ex amministratore delegato di Sonera, operatore finlandese di telecomunicazioni, è stato condannato assieme a quattro altri manager con l'accusa di gravi violazioni del segreto nelle comunicazioni



L'ex amministratore delegato di Sonera, operatore finlandese di telecomunicazioni, è stato condannato assieme a quattro altri manager con l'accusa di gravi violazioni del segreto nelle comunicazioni.

Il caso era partito da un'indagine che aveva appurato come la divisione sicurezza di Sonera avesse effettuato intercettazioni di dozzine di telefonate ai danni di dipendenti, per individuare chi fosse stata la fonte che aveva fatto trapelare ai giornalisti notizie negative sulla società, nel 2000 e 2001.

La corte distrettuale di Helsinki ha condannato l'ex amministratore delegato di Sonera Kaj-Erik Relander, che si è sempre proclamato innocente, a sei mesi di reclusione, con la sospensione della pena.

L'ex capo della sicurezza è stato condannato invece a 10 mesi mentre pene minori sono andate ad altri tre dirigenti.

Sonera è stata acquistata dalla svedese Telia nel 2002 e TeliaSonera è attualmente il principale attore delle telecomunicazioni sul mercato nordico.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il