BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai in bolletta 2016: chi paga, esenti, multe, detrazioni e sconti.

Cambiano le regole sul pagamento del canone Rai che dal 2016 finirà nella bolletta elettrica e sarà chiesto solo sulla prima casa.




Dal 2016 il canone Rai si pagherà con la bolletta elettrica. L'importo complessivo scenderà dagli attuali 113,50 euro a 100 euro. Ma non è da escludere che nel 2017 possa di nuovo salire alla cifra originaria per finanziare le esenzioni. Non tutti i dettagli sono stati ancora definiti. Ad esempio, quale sarà la rateizzazione per i contribuenti? C'è ancora in campo la proposta di distribuire il canone in 10 rate, ma non ha ancora trovato l'unanimità. Attualmente è infatti consentito il versamento anche in 2 o 4 rate. In caso di semestralità le scadenze sono state il 31 gennaio e il 31 luglio (rate di 57,92 euro ciascuna), altrimenti il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre (rate da 30,16 euro).

L'imposta sarà comunque legata al possesso di un televisore e si pagherà solo sulla prima casa. Non lo si dovrà corrispondere se nella propria abitazione non c'è un televisore, ma spetterà al singolo consumatore dimostrarlo con un'autocertificazione all'Agenzia delle entrate. Stando alle normative in vigore, il canone deve essere corrisposto da chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo. Non sono compresi smartphone, tablet e PC.

Non sono previsti controlli specifici per chi non ha finora corrisposto il canone ma neanche sanatorie generalizzate. Chi lo evade ovvero chi si rifiuta di corrispondere quanto richiesto, andrà incontro a una sanzione fino a 500 euro. Provano a fare un confronto con quanto è accaduto negli ultimi anni, nel caso di saldo della quota entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, la sanzione amministrativa è stata pari a 4,47 euro ovvero a un dodicesimo dell'importo per ogni semestre. Trascorso questo prime mese, l'importo è salito fino a 8,94 euro ovvero un sesto del canone per ogni semestre. La cifra massima non poteva in ogni caso superare i 619 euro.

Sono esentati dal versamento dell'imposta gli over 75 anni dal basso reddito familiare. Con loro anche i militari delle Forze Armate Italiane, quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari, i rivenditori e riparatori TV. Nella bolletta elettrica, la voce del canone sarà separata da quella del consumo dell'energia elettrica. Anche in questo caso è possibile fare riferimento alla normativa adesso in vigore che prevede varie modalità di pagamento: con il bollettino postale, con il network Lottomatica Servizi, con il servizio di carte di credito al telefono, con l'applicazione Canone TV per iPhone, iPad e smartphone e tablet equipaggiati con sistema operativo Android o Windows Phone.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il