BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa incentivi fiscali, bonus, detrazioni 2016, elettrodomestici, arredamento: come funzionano, per chi, quando

Il 2016 si caratterizzerà per il rinnovo delle detrazioni fiscali per arredare e ristrutturare casa. Sono tre i bonus fruibili.




Sono tre le agevolazioni fiscali che vanno verso al conferma per tutti i 12 mesi del 2016: quella del 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente; la seconda del 50% per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici destinati ad arredare case oggetto di ristrutturazione; l'ultima del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Tutti i dettagli, le novità e i cambiamenti ufficiali sono attesi entro lunedì.

Chi può usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione? Tutti i contribuenti assoggettati a Irpef. L'agevolazione spetta ai proprietari degli immobili e ai titolari di diritti reali e personali di godimento sugli immobili e che ne sostengono le spese ovvero proprietari o nudi proprietari, titolari di un diritto reale di godimento, locatari o comodatari, soci di cooperative divise e indivise, imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce, colore che producono redditi in forma associata alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali. Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell'immobile oggetto dell'intervento, purché sostenga le spese e si intesti bonifici e fatture.

Se dovesse essere confermato lo stesso schema dello scorso anno, allora nel caso in cui la fattura e il bonifico siano intestati a un solo comproprietario ma le spese di ristrutturazione siano state sostenute da entrambi, la detrazione spetta anche al soggetto che non risulti indicato nei predetti documenti, a condizione che nella fattura sia annotata la percentuale di spesa da quest'ultimo sostenuta. Se è stato stipulato un contratto preliminare di vendita, il cosiddetto compromesso, l'acquirente dell'immobile ha diritto all'agevolazione se è stato immesso nel possesso dell'immobile, se esegue gli interventi a proprio carico, se è stato registrato il compromesso. Può richiedere la detrazione anche chi esegue in proprio i lavori sull'immobile, ma solo in riferimento alle spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Tra gli interventi finanziabili ci sono quelli per l'adozione di misure antisismiche con particolare riguardo all'esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica. Tali opere devono essere realizzate sulle parti strutturali degli edifici o complessi di edifici collegati strutturalmente e comprendere interi edifici. Se riguardano i centri storici, devono essere eseguiti sulla base di progetti unitari e non su singole unità immobiliari.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il