BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità ancora in fase di decisione riforma subito e le ufficiali approvate: novità OGGI MARTEDI' (IN AGGIORNAMENTO)

Le ultime notizie tra posizione Europa e novità pensioni in Italia, nuove norme ecommerce e prossime elezioni a Roma




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:33 oggi martedì 15 Dicembre): E' stato deciso di posticipare tutti gli ultimi cambiamenti che dovrebbero contenere anche le novità sulle pensioni finali ad oggi martedì come avevamo indicato nelle ultime notizie e ultimissime di ieri. Si discute ancora per la cancellazione delle penalità che l'anno scorso, però, era stata inserita a Febbraio postdata nel decreto Milleproroghe e per il contributivo donna. Rimangono in dubbio anche alcuni potenziamenti sul metodo sperimentale della staffetta ibrida la cui importanza è stata sottolineata ancora una volta ieri dal Ministro del Lavoro che ha detto che si tratta di una prova importante per vedere, poi, se avrà successo, di renderla una norma stabile. Certo, che così come è, con tanti vincoli e pochi fondi è difficile che abbia buoni riscontri come indicano numerosi esperti e politici.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:44 oggi lunedì 14 Dicembre):  Ancora nessuna novità per le pensioni per i cambiamenti che come abbiamo riportato nelle ultime notizie e ultimissime sono ancora attesi. Dovrebbero arrivare in serata, ma potrebbe slittare tutto anche di un ulteriore giorno, se verrà recepita la richiesta fatta dal Gruppo Finanza di Montecitorio di almeno ventiquattro ore. Quindi il voto in aula potrebbe andare almeno a mercoledì e non a domani martedì. Si deciderà stasera nella riunione dei capigruppi programmata dopo l'ennesimo voto per la Consulta. Al momento si attende di capire se l'esecutivo porterà altri due cambiamenti ufficiali per le pensioni ovvero la cancellazione della panalità per chi esce ed è uscito prima e per il contributivo donna come scritto nella news precedente.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 15:03 oggi lunedì 14 Dicembre): In questo primo pomeriggio vengono confermate ulteriori due novità per le pensioni. La prima riguarda le ultime notizie e ultimissime che erano trapelate per una norma sulle rivalutazioni. In realtà, si tratta solo, ed è stata già depositata, di una norma che blocca il pagamento del cittadino per l'anno prossimo se la differenza è negativa per la la mancata rivalutazione. La seconda riguarda il contributivo donna che secondo le indiscrezioni dovrebbe passare con un cambiamento ufficiale che dovrebbe arrivare entro sera. Il pericolo di una bocciatura a sorpresa sembra al momento scongiurato, ma su questi temi la prudenza deve essere sempre massima

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 12:43 oggi lunedì 14 Dicembre):  Nella tarda mattina di oggi, è arrivata una nuova comunicazione ufficiale sulle novità per le pensioni sempre da Montecitorio dopo quella di ieri. E' arrivato, infatti, secondo le ultime notizie e ultimissime, il primo pacchetto che estende la cancellazione delle tasse fino ad ottomila euro da subito. Non vi sono novità per questa mini riforma da attuare subito, invece, per la cancellazione delle penalità e il contributivo donna. E neppure sulla sorpresa delle rivalutazioni che, comunque, è stata comunicata, almeno fino questa mattina in arrivo. C'è tempo, comunque, entro la serata di oggi. Noi vi terremo costantemente aggiornati con tutte le ultime news.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10:57 oggi lunedì 14 Dicembre): Oltre alla novità sulle pensioni inaspettata che abbiamno visto sotto, non tutte i cambiamenti, secondo le ultime notizie e ultimissime, seppur minimi potrebbero passare. Si registra, infatti, una spaccatura sulla cancellazione delle imposte fino ad ottomila euro da fare subito, così come non è certa ancora l'eliminazione delle penalità. E questi erano cambiamenti base, minimi su cui solo fino ad una settimana fa sembrava esserci la convergenza di tutto. Ed è stata completata dimenticata il potenziamento e il miglioramento del metodo del sistema di prova della staffetta criticato quasi da tutti. Solo, dunque, l'estensione dei tre mesi del contributivo donna sembra la più certa al momento.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9:44 oggi lunedì 14 Dicembre): Oltre alle decisioni del week-end e le comunicazioni ufficiali da Montecitorio sulle novità per le pensioni, ci sono stati diversi incontri sempre nel fine settimana con indicazioni per la riforma pensioni come riportano le ultime e ultimissime notizie. Più decise quelle che arrivano dall'Assemblea della Nuova Sinistra dove si punta ad un assegno universale oltre che cambiamenti sostanziale per le pensioni per uscire prima. Questo stesso punto è stato toccato anche dall'Assemblea del Teatro Vittoria dell'Opposizione interna al Partito Democratico dove erano presenti molti big tra cui Bersani. Si è parlato delle necessità di rivedere le normativa attuale, ma senza entrare nel dettaglio. Silenzio assoluto, invece dal Premieri fino a tutti i Ministri sui cambiamenti per le pensioni alla Leopolda a dispetto delle attese.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:10 oggi lunedì 14 Dicembre): Importante week-end di decisioni con diverse novità per le pensioni ufficiali, o quasi, anche a sorpresa. Oggi, infatti arriveranno i cambiamenti ufficiali dei relatori dell'esecutivo ma come annunciato da alcuni supervisori stessi e da alcuni deputati con affermazioni ufficiali nelle ultime notizie e ultimissime di ieri, vi sarà un cambiamento inaspettato all'interno dei pacchetti dell'esecutivo ovvero una norma che prevedere di rivedere le rivalutazioni delle pensioni che sarebbero a zero dal prossimo mese del nuovo anno e che anzi, così come sono, obbligherebbero alla restituzione di piccoli importi da parte dei pensionati. Rimangono, poi,  cambiamenti che abbiamo indicati sotto e che sono stati ufficializzati ieri come in fase finale di trattativa e che salvo sorprese dovrebbero essere inseriti nei pacchetti ufficiali dell'esecutivo che ieri ha continuato il suo lavoro che è stato confermato, al momento, si ultimerà entro oggi per poi andare in Aula per il voto domani martedì.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:17 oggi domenica 13 Dicembre): E' confermato ufficialmente che tutte le novità per le pensioni che l'esecutivo intende far passare in questa fase saranno preparate dai relatori e saranno frutto della sintesi degli incontri avvenuti in questi giorni come abbiamo detto nelle ultime notizie e ultimissime. Quindi non si voteranno nei Gruppi, ma saranno presentate nei pacchetti dell'esecutivo ed arriveranno al massimo domani lunedì. E' una comunicazione ufficiale arrivata da Montecitorio da pochissimo. Finora, il Vice Ministro dell'Economia aveva lasciato aperta la possibilità del voto, sospendendo, infatti i cambiamenti possibili. Ora, sembra davvero che questa prospettiva non sarà percorsa. 
Ricordiamo che al momento sono ancora approvabili, in base alle ultime indicazioni, la cancellazione delle penalità, l'eliminazione delle tasse fino a ottomila euro subito in vigore e il contributivo donna. 

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17:02 oggi domenica 13 Dicembre): Stanno continuando ad arrivare anche oggi i cambiamenti dell'esecutivo a Montecitorio, ma non ci sono ancora quelli dedicati alle novità per le pensioni. Ora sono arrivati nel pomeriggio di oggi, secondo le ultime notizie e ultimissime, quelli sulla sicurezza, sul bonus cultura e il bonus degli 80 euro. Saranno finanziati in base all'extra deficit sull'immigrazione senza aspettare il consenso dell'Europa che arriverà solo in primavera. Comunque, è stato confermato che entro domani lunedì 13 Dicembre vi saranno tutti i cambiamenti ufficiali dei supervisori che saranno vagliati dal Gruppo di Lavoro del Bilancio per andare al voto definitivo del testo entro martedì sera.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:10 oggi domenica 13 Dicembre): Nuova giornata di lavoro anche oggi domenica 13 Dicembre con diverse novità per le pensioni che potrebbero arrivare da Montecitorio dove, come confermano le ultime notizie e ultimissime, entro domani dovrebbero arrivare i pacchetti di cambiamento dell'esecutivo con all'interno anche le decisioni sulle pensioni che al momento mancano. Ma nello stesso tempo oggi continuano gli incontri del Nuovo Centro Sinistra, dell'Opposizione interna del Partito Democratico al Teattro Vittoria e di quelli dell'esecutivo al tradizionale incontro fiorentina. In entrambi si è parlato (in alcuni casi) di pensioni e ve ne daremmo reseconto più ampi. Vi rimandiamo anche alla news sotto sul nuovo ruolo che potrebbe avere l'Europa per le pensioni e la previdenza che poi nel corso della giornata approfondiremo ulteriormente

L’Europa continua a dirsi contraria a qualsiasi novità per le pensioni in Italia eppure i cambiamenti reali potrebbero partire proprio da essa, mentre le ultime notizie continuano comunque ad essere negative e probabilmente nulla arriverà entro la fine dell’anno. Via libera dal Consiglio dei Ministri al decreto legislativo sulla protezione delle vittime di reato e nuove norme ecommerce in arrivo dall’Europa.

Pensioni: L’Europa continua a dirsi contraria a cambiamenti delle pensioni in Italia, continuando a sostenere che l’attuale legge è l’unica che riesce ad assicurare sostenibilità finanziaria, nonostante spinga poi sulla necessità di rilancio dell’occupazione. In realtà, i piani di prepensionamento di cui si discute ancora oggi, da quota 100, mini pensione, uno dei metodi in prova, servirebbero proprio per dare nuova spinta al mercato del lavoro, prevedendo la possibilità di mandare in pensione prima i lavoratori più anziani, proprio per liberare nuovi posti di lavoro per i più giovani. Ma, nonostante la convenienza di questi piani, l’Europa ha sempre detto no e begli ultimi tempi ha anche aperto una nuova procedura di infrazione contro l’Italia per il contributivo donna, chiedendo al nostro Paese perchè le donne devono avere la possibilità di andare in pensione prima e gli uomini no e l'Italia ha risposto giustificando l'esistenza di penalizzazioni per chi decide di uscire prima, ma si tratta di motivazioni che sono state considerate poco efficaci e ora, per evitare sanzioni, il nostro Paese dovrebbe abolire completamente il contributivo donna per i prossimi anni; o estendere il contributivo donna anche agli uomini, ipotesi che sembra al momento piuttosto difficile; o inserire accanto al contributivo donna nuovi sistemi di uscita prima per tutti per evitare discriminazioni. A causa del blocco ai cambiamenti pensionistici in Italia, il nostro sistema previdenziale risulta il più rigido d’Europa. Secondo un dossier del Servizio Studi della Camera dei deputati, che ha messo a confronto la legislazione nazionale e quella di altri 30 Paesi europei,infatti, il sistema previdenziale italiano risulta tra i più rigidi d e se nel 2050 in Italia si andrà in pensione quasi a 70 anni, precisamente a 69 anni e 9 mesi di età, negli altri 30 Stati considerati è un’età inimmaginabile. Poiché, però, le pensioni sono fondamentali per l’economica e per sostenere l’occupazione, in ogni Paese, l’Europa potrebbe intervenire con leggi comunitarie per cercare di riequilibrare la situazione e sembra stia già lavorando in tal senso, cercando innanzitutto di eliminare il divario pensionistico esistente tra uomo e donna. L’ideale potrebbe anche essere partire dall’assegno universale, unica misura su cui la stessa Europa si dice d’accordo e cui ha aperto anche il ministro dell’Economia italiano, in ottica di adeguamento al modello europeo, ma anche come misura di solidarietà.  

Riforma protezioni tutela reati: Via libera dal Consiglio dei Ministri al decreto legislativo che dà attuazione della direttiva europea sulla protezione delle vittime di reato. Il testo prevede misure a tutela delle vittime di reato perché ricevano adeguata assistenza e possano accedere alla giustizia. Ai giudici spetterà nominare interpreti e traduttori per garantire alla parte lesa una consapevole partecipazione al procedimento penale. Riconosciuto il diritto, per la persona offesa che non conosce l'italiano, alla traduzione gratuita degli atti processuali, o parte degli stessi, che contengono informazioni essenziali all'esercizio dei suoi diritti. Nel caso, la traduzione potrà essere disposta sia in forma orale sia per riassunto.

Elezioni Roma: Giorgia Meloni, Alfio Marchini e Stefano Fassina sono al momento i nomi perla candidatura a sindaco di Roma. Vola nei sondaggi alla successione di Ignazio Marino, Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, e sembra avere tutte le carte in regola per correre, ma per ora di certo c’è solo che la Meloni ha smentito qualsiasi sostegno ad Alfio Marchini e la volontà di candidarsi alla Regione Lazio, che era stata paventata da alcuni giornali. Marchini, dal canto suo, voluto sia a destra che a sinistra, sarebbe il candidato della lista civica Amo Roma, sconfitto alle ultime elezioni ma pronto di nuovo alla corsa alla poltrona di primo cittadini della Capitale. Stefano Fassina, invece, dopo aver creato, insieme al leader di Sel Vendola, il nuovo partito Sinistra Italiana, si candida a sindaco di Roma per il Partito Democratico.

Riforma ecommerce: Commercio online e possibilità di vedere canali streaming per tutti dal 2017: sono in arrivo dall'Europa novità in materia di ecommerce. La Commissione europea ha presentato nuove iniziative per il rafforzamento del mercato unico europeo che dovrebbero prevedere accesso a film e partite di calcio online ovunque in Europa, più diritti per chi acquista su Internet, semplificazione per chi vende e, in prospettiva, fine delle frontiere nazionali per lo streaming.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il