BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità resoconti come sono andate davvero le decisioni nei Gruppi Finanza quota 100, mini pensioni: ultime mercoledì oggi

Ultime notizie tra iter approvazioni novità pensioni, nuovo accordo per il clima e definizione nuovo logo per le Olimpiadi in Italia




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10:44 oggi mercoledì 16 Dicembre): Una sorta di denuncia, ma soprattutto di delusione il racconto fatto sugli incontri avvenuti e le relative votazioni per le novità sulle pensioni in questi ultimi giorni. Queste ultime notizie e ultimissime sono state riportati su alcuni blog e pagine Facebook. In base a questi racconti a partire da quello di Tripiedi si fa a capire che quando arrivava il momento di parlare di pensioni, sembrava già tutto deciso con nessun dibattito. E Morando e altri che dirigevano il lavoro più volte sottolineavano semplicemente che al momento non era un apriorità dell'esecutivo e che si sarebbe affrontata dopo e alla fine si richiedeva di respingere il cambiameto per alzata di mano che avveniva senza problemi sempre con la maggioranza richiesta, sensa nessun contradditorio, spiegazione, confronto. Stessa cosa hanno raccontato alcuni deputati del Pd.

E’ fissato per domani, martedì 15 dicembre, il voto in Aula sulle novità anche sulle pensioni che dovranno essere definitivamente approvati entro la fine dell’anno. Nasce il nuovo accordo sul clima all'indomani dell'incontro tra tenutosi a Parigi e le ultime notizie sulle misure contenute e definito il nuovo logo per la candidatura alle prossime Olimpiadi dell’Italia.

Pensioni quota 100, mini pensioni: E’ fissato per domani, martedì 15 dicembre, il voto in Aula sui cambiamenti anche per le pensioni che dovranno essere definitivamente approvati entro la fine dell’anno. Ma le ultime notizie riportano il resoconto dell’incontro del Gruppo di Lavoro Finanziari. Le discussioni sono state incentrate sulla questione della contribuzione necessaria per l’uscita dal lavoratori di precoci e usuranti, con accenni alla necessità di una revisione generale delle attuali norme previdenziali in merito ai requisiti di uscita dal lavoro, troppo rigidi e che  si avviano a diventarlo ancor di più dal primo gennaio 2016 quando l’età pensionabile salirà ancora passando dai 66 anni e tre mesi ai 66 anni e sette mesi. Qualche giorno fa Tripiedi del M5S aveva annunciato un emendamento per ripristinare i 40 anni come requisito per il pensionamento per tutti indipendentemente dall’età anagrafica. Anche Cominardi del M5S ha rilanciato su questa richiesta, sottolineando che le differenti tipologie di lavoro incidono sulla speranza e sulla qualità della vita dei singoli lavoratori. Ma l’esecutivo Renzi sembra dire no a questa possibilità e il viceministro dell’Economia, dal canto suo, ha spiegato che la questione sarà ripresa nel 2016 insieme a quella di requisiti più flessibili per tutti per lasciare il lavoro.

Riforma clima: Nasce il nuovo accordo sul clima all'indomani dell'incontro tra tenutosi a Parigi. L'accordo è stato siglato da un documento firmato da 195 nazioni e in vigore dal 2020. Dopo due settimane di colloqui, le misure decise prevedono di contenere a 40 miliardi di tonnellate le quantità generate dall'attività umana soprattutto da parte dei trasporti e della generazione di energia entro il 2030; proteggere gli oceani portando ad un abbassamento delle temperature dei mari; contenere al di sotto dei 2 gradi centigradi, sforzandosi di fermarsi a +1,5° l’aumento della temperatura e, per centrare l’obiettivo, le emissioni devono cominciare a calare dal 2020. Il testo prevede un processo di revisione degli obiettivi che dovrà svolgersi ogni cinque anni ma già nel 2018 si chiederà agli Stati di aumentare i tagli delle emissioni, così da arrivare pronti al 2020. Il primo controllo quinquennale sarà quindi nel 2023 e poi a seguire. I paesi di vecchia industrializzazione erogheranno cento miliardi all’anno (dal 2020) per diffondere in tutto il mondo le tecnologie verdi e decarbonizzare l’economia. Un nuovo obiettivo finanziario sarà fissato al più tardi nel 2025. Potranno contribuire anche fondi e investitori privati. E sono previsti anche rimborsi per compensare le perdite finanziarie causate dai cambiamenti climatici nei paesi più vulnerabili geograficamente, che spesso sono anche i più poveri.

Logo Olimpiadi Italia: Un Colosseo tricolore che sfuma in una pista di atletica: è questo il disegno che propone logo che accompagnerà la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024. Il logo con al centro il simbolo della Capitale è stato presentato al palazzetto dello sport di Roma alla presenza sugli spalti di duemila scolari e studenti in rappresentanza delle scuole di Roma e provincia. Padrone di casa il presidente del comitato promotore di Roma 2024, Luca Cordero di Montezemolo, con Diana Bianchedi, direttore generale del comitato, il presidente del Coni Giovanni Malagò e altri numerosi ospiti.

Riforma affitto con riscatto: La formula del rent to buy è una forma di affitto finalizzato alla vendita, come il leasing di un’auto che può essere acquistata con una maxirata finale dopo aver versato i canoni mensili. Il decreto Sblocca Italia 2014 ha esteso i benefici del riscatto finora riservati all’edilizia sociale a tutti i cittadini. Secondo quanto previsto, l’inquilino che intende riscattare l’appartamento dovrà pagare un canone d’affitto più alto rispetto al solito perché la rata comprende gli acconti mensili sulla futura vendita.     Se l’affittuario, invece, non acquisterà la casa, allora il proprietario tratterrà anche parte delle somme incassate come acconto; se invece sarà quest’ultimo a non volere più vendere, l’inquilino dovrà rivolgersi a un giudice.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il