BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Banche nuove a rischio fallimento e le più sicure in Italia 2015-2016: cosa occorre controllare con nuove leggi 2016

Gli istituti bancari sono finiti sotto la lente d'ingradimneto dopo lo scandalo che ha coinvolto Banca Etruria e altri tre istituti bancari, che ha mandato in rovina oltre 130 mila risparmiatori.




In particolare nei giorni scorsi è stata pubblicata una lista con oltre dieci istituti bancari che sono in una situazione molto finanziaria e che nel prossimo futuro potrebbero ritrovarsi nella stessa situazione delle banche che sono state slavate recentemente dal Governo. Per sapere se si è al sicuro da eventuali problemi del proprio istituto bancario bisogna innanzitutto vedere se si è un semplice correntista oppure si è investito in obbligazioni. Nel caso in cui si abbia un semplice conto corrente sarà possibile prelevare le somme che si hanno depositate prima che sia troppo tardi. nel caso in cui si è investito in obbligazioni diventa fondamentale il tipo di obbligazioni sottoscritte. In particolare, se si è sottoscritti un obbligazione di tipo senior la banca è obbligata a remunerare in modo prioritario i possessori di questo tipo di obbligazioni, in questo modo il rischio di perdere tutto è molto contenuto. Nel caso in cui invece si è sottoscritto obbligazioni di tipo subordinate allora la remunerazione avviene solo dopo che la banca ha remunerato tutti gli altri tipi di creditori. Questo vuol dire che in caso di problemi della banca il rischio di rimanere con le mani in mano è molto elevato. Come bisogna fare per evitare di cadere in questa trappola?

Quando si va in banca e si vuole investire una determinata somma di denaro bisogna parlare in modo approfondito con l'addetto della banca con il quale si interloquisce. Nel caso in cui l'impiegato bancario dovesse essere troppo sorridente e rassicurarvi in modo esagerato allora preoccupatevi e prima di firmare qualsiasi cosa pretendete di consultare il prospetto illustrativo, che mostra nel dettaglio il tipo di obbligazioni che si sta andando a sottoscrivere. Oltre agli istituti bancari in seria difficoltà (come Istituto del credito sportivo e Banca di Credito Cooperativo irpina) ci sono istituti bancari che invece sono considerati molto solidi e in questa lista di trovano banca Mediolanum e Generali. Infine dal 2016 entrerà in vigore una norma che prevede che chi ha un investimento superiore ai 100 mila euro dovrà partecipare alle perdite della banca in caso di eventuali difficoltà dell'istituto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il