BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa incentivi fiscali 2016 e detrazioni quali lavori e mobili. Regole e chiarimenti pure per bonus energetici

Sono numerose le novità che dal prossimo anno entreranno in vigore in tema di agevolazione fiscali per la riqualificazione energetica.




Arriva nel 2016 l'ecobonus per le spese sostenute per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento. La proposta di cambiamento prevede che la detrazione fiscale, pari al 65% delle spese sostenute per l'efficientamento energetico, si applichi anche per le spese sostenute per l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda, climatizzazione delle unità abitative. Le novità dell'ultim'ora passano anche dall'incentivo di 8.000 euro per chi rottama camper euro 0, euro 1 o euro 2 e ne compra uno di classe non inferiore alla euro 5. C'è il via libera della commissione Bilancio di Montecitorio.

Più in generale, le agevolazioni spettano anche per gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all'installazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia. Se il pacchetto verrà confermato per il prossimo anno, come chiarito dall'Agenzia delle entrate, rientra anche l'installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, in quanto basato sull'impiego della fonte solare e quindi sull'impiego di fonti rinnovabili di energia. Per usufruire della detrazione è necessario che l'impianto sia installato per far fronte ai bisogni energetici dell'abitazione e che sia posto al servizio dell'abitazione.

Questi interventi possono essere realizzati anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia. Attenzione, però, perché la detrazione per gli interventi di recupero edilizio non è cumulabile con l'agevolazione fiscale, sempre del 65%, prevista per i medesimi interventi dalle disposizioni finalizzate al risparmio energetico. Nel caso in cui gli interventi realizzati rientrino sia nelle agevolazioni previste per il risparmio energetico che in quelle previste per le ristrutturazioni edilizie, il contribuente può fruire solo di uno dei due dei benefici fiscali.

Si va poi verso la conferma delle detrazioni per le spese sostenute per l'acquisto di grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica. Per gli elettrodomestici che ne sono sprovvisti, se dovesse essere confermato l'impianto normativo, l'acquisto è agevolato solo se per essi non è ancora previsto l'obbligo di etichetta energetica.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il