BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, assegno universale, mini pensioni e le indicazioni da Ballarò e di Martedì

Nuove indicazioni pensioni dalle puntate andate in onda ieri di Ballarò e DiMartedì: cosa è emerso, novità e ultime notizie su tenuta conti Istituto di Previdenza




Sono arrivate nuove indicazioni sulle pensioni dalle puntate andate in onda ieri sera di Ballarò e DiMartedì, dove il dibattito è stato decisamente acceso, vertendo sulle questioni di cui si discute ormai da troppo tempo senza riuscire mai, però, ad arrivare a novità concrete. In onda su Rai Tre, in discussione a Ballarò i temi sulle 4 banche sull'orlo del collasso (Etruria, Carife, Marche e Carichieti) e le altre 16 a rischio; Imu e Tasi in scadenza per il saldo 2015 ma che dal prossimo anno subiranno profonde modifiche; l’eccessiva pressione fiscale e le pensioni.

In studio il sindaco di Firenze Dario Nardella, il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta, la giornalista e conduttrice televisiva italiana Luisella Costamagna, Oscar Giannino, Gianluca Verzelli e Vittorio Sgarbi. Dalla discussione previdenziale è emersa la preoccupazione sul futuro di pensioni e tenuta del sistema pensionistico, nonché sul nuovo progetto messo a punto dall’Istituto di Previdenza. Secondo la Costamagna, le proposte del presidente dell’Istituto di Previdenza, soprattutto in riferimento al taglio dei vitalizi d’oro, sono decisamente scomode e creeranno non poche discussioni.
 
D’altro canto, però, è stata giudicata positivamente la norma della detassazione sulle pensioni più basse e se Trefiletti rilancia sulla necessità di lavoro per i giovani che avrebbe il duplice effetto di cancellare la precarietà e permettere di pagare le pensioni agli anziani di oggi, Nardella, dal canto suo, ha spiegato che per sostenere l’impiego dei più giovani occorrerebbe garantire loro anche una buona formazione professionale.

Per Testa, il tema delle pensioni appare ancora piuttosto confuso e certamente le discussioni in merito saranno ancora piuttosto lunghe. Ci vuole tempo per definire cambiamenti che siano positivi in toto e, per esempio, parlando del contributivo tanto sostenuto da tutti, sottolinea come porterebbe a forti riduzioni delle pensioni di milioni di persone. Giannino ha precisato che, secondo quanto annunciato dal premier, il tema sarà ripreso il prossimo anno, proprio partendo dalle misure proposte dal presidente dell’Istituto di Previdenza.

Anche dalla trasmissione DiMartedì sono emerse preoccupazioni sulle pensioni, soprattutto sulla tenuta dei conti dell’Istituto di Previdenza  e sul perdurare di privilegi da cui si dovrebbe partire per ridare equità al sistema. Secondo Belpietro, tuttavia, i conti dell'Inps, invece, tengono, nonostante un servizio andato in onda racconti come tantissimi pensionati abbiano preso l’abitudine di giocare al Bingo con la speranza di vincere qualche soldo che li consenta di arrivare a fine mese. E mentre secondo i sindacati è sempre più urgente rivedere le norme pensionistiche attuali, rendendole meno rigide soprattutto in riferimento all’età di uscita, e soprattutto per alcune categorie di lavoratori, altri ospiti in studio puntano l’attenzione sul valore del patrimonio immobiliare del’Istituto di Previdenza, immobili che, per rimpinguare le casse, potrebbe anche essere vendute in modo da non avere più problemi di conti in rossi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il