BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa detrazioni 2016 e incentivi fiscali: per quali lavoro bonus e schermature, caldaie, mobili, elettrodomestici

Si va verso la conferma e il rafforzamento delle detrazioni casa, anche quelle per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.




Anche il 2016 sarà l'anno delle detrazioni fiscali. C'è quella del 65% per gli interventi finalizzati al risparmio energetico, come l'installazione di pannelli solari, la sostituzione impianti di climatizzazione invernale, la riqualificazione energetica di edifici esistenti, e c'è quella al 50% fino a un massimo di 96.000 euro sulle ristrutturazioni edilizie. Ecco poi l'agevolazione al 50% per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per immobili oggetto di ristrutturazione. La novità rispetto al 2015 è la fissazione di una soglia massima di 16.000 euro, anziché di 8.000 euro per le giovani coppie, anche di fatto.

Accanto ai bonus tradizionali, si segnalano gli incentivi al 65% per la trasformazione in edificio a energia quasi zero. Il nuovo conto termico apre a un maggior numero di interventi, introduce percentuali di incentivo maggiori e procedure più snelle. Al bonus del 40% per i lavori di isolamento termico, sostituzione delle chiusure trasparenti e sostituzione degli impianti di riscaldamento, si aggiungono incentivi per la trasformazione in edificio a energia quasi zero, l'installazione di tecnologie di building automation e la sostituzione dei sistemi di illuminazione.

Nella maggior parte dei casi, l'incentivo copre il 40% dell'investimento ed è spalmato in un periodo compreso tra i 2 e i 5 anni; sale al 65% per la trasformazione in edificio a energia quasi zero e sostituzione dei sistemi di illuminazione con dispositivi efficienti. Previsto un incentivo pari al 50% per gli interventi di isolamento termico delle superfici opache realizzati nelle zone climatiche E e F. Qualora all'isolamento termico delle superfici opache si abbina la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale, è riconosciuto un incentivo pari al 55% a entrambi gli interventi.

È stata eliminata l'iscrizione ai registri per gli impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore, elettriche o a gas, e caldaie a biomassa con potenza termica superiore a 500 kW. Il Gse dovrà anche predisporre una modulistica predeterminata e semplificata per la presentazione della domanda. Sarà redatta una lista di prodotti idonei con potenza termica fino a 35 kW e 50 metri quadrati per i collettori solari per i quali si può usufruire di una procedura semiautomatica. Acquistando uno dei prodotti della lista, l'operatore accede a un iter semplificato per la compilazione della scheda domanda, in cui non è necessario indicare i dati relativi alla descrizione dell'apparecchio. Saranno ammesse modalità di pagamento online e tramite carta di credito per attestare le spese sostenute.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il