BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Banche in crisi a rischio fallimento e migliori banche 2015-2016: conti correnti, obbligazioni, mutui cosa si rischia davvero

Gli istituti bancari in questo momento non vivono grande popolarità, dopo lo scandalo Banca Etruria e affini. Eco in particolare la lista degli istituti bancari a rischio e quelle che vanno bene.




Ci sono tanti istituti bancari che sono sull'orlo del fallimento e che potrebbero ritrovarsi in una situazione delicata come quella delle banche che sono state salvate dal Governo. Tra queste si possono segnalare importanti istituti bancari come le tre Casse di Risparmio di Ferrara, Loreto e Chieti, oppure tre importanti banche di credito Cooperativo, ossia quelle di Banca Romagna, Banca Irpina e Banca Padovana. Questi, insieme ad altri istituti bancari commissariati dalla banca d'italai, sono sull'orlo del default. Chi ha sottoscritti azioni, obbligazioni, oppure è un semplice correntista presso queste banche corre un serio rischio di perdere tutti i suoi risparmi. tuttavia la situazione va vista nel dettaglio. in particolare chi è azionista di banca, oppure chi ha sottoscritto forme di investimento alquanto rischiose come quelle delle obbligazioni subordinate, allora in questo caso il rischio è più elevato. Se invece si è un correntista vi è la possibilità di correre ai ripari, cercando magari di ritirare almeno parte del denaro depositato nella banca.

Inoltre dal 2016 ci saranno anche diverse regole per chi ha un conto corrente presso una banca a rischio default. In particolare se i conti correnti hanno importi maggiori ai 100 mila euro, allora questo tipo di correntisti saranno chiamati a ripianare il capitale sociale per quella parte di conto che eccede i 100 mila euro. Chi invece avrò un conto corrente con un importo inferiore a tale soglia allora questi non avranno nessuna responsabilità nel default della banca. Con questo provvedimento il Governo vuole cercare di tutelare i piccoli risparmiatori mentre vuole dare maggiori "responsabilità" ai risparmiatori invece più esperti e quindi più facoltosi. Tra le migliori banche italiane, che quindi sono le più affidabili, si possono citare tre importanti istituti bancari, ossia Banca Mediolaum, Generali e Fineco Bank, che è una costola del grandissimo gruppo bancario di Unicredit, il secondo gruppo bancario più grande al mondo, investire in questi istituti garantisce zero rischi.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il