BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ importanti precedono riforma pensioni da comuni, aziende, regioni: novitÓ lunedý oggi

Ultime notizie tra novitÓ pensioni approvati e stimoli da singole iniziative regioni e aziende private, riforma nuove sanzioni per fumatori e candidati elezioni Napoli




Novità pensioni ultime notizie (aggiornamento ore 11, 32 oggi lunedì 28 domenica 2015): non è un caso, infatti, che diversi governatori delle regioni hanno chiesto novità sulle pensioni a livello centrale come riportano le ultime notizie e ultimissime, da parte dei responsabili della Puglia e del Veneto che già hanno intrapreso diverse strade in questo senso come l'assegno universale.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8:36 oggi lunedi 28 dicembre): Diverse regioni come la Lombardia e la Puglia hanno deciso di lanciare l'assegno universale come novità per le pensioni per tutti i disoccupati insieme ad una serie di agevolazioni e bonus per le relative famiglie. Ma, come riportano le ultime notizie e e ultimissime, numerose sono anche le Aziende private che stanno potenziano e accrescendo le norme interne e i benefici per i dipendenti ma che permettono anche di andare in pensione prima come ad esempio, tra gli ultimi casi, l'Enel favorendo il turn over e utilizzando sistemi basati su criteri non lontani da quota 100 o mini pensioni che si vorebbero rendere norme universali valide per tutti.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19,22 oggi domenica 27 dicembre): Numerose sono le regioni, i comuni e le singole aziende private che hanno apportato novità per le pensioni significative anticipando molto spesso le decisioni che avrebbe dovuto prendere o che sono ancora in una fase di confronto, secondo le ultime notizie e ultimissime, a livello centrale. Un esempio significativo è l'assegno universale, ma non solo visto che altri metodi di prova che sono in fase di analisi sono già in vigore da alcuni mesi. Abbiamo visto diversi esempi nel paragrafo dedicato alle pensioni sotto

Nell’attesa che l’esecutivo definisca soluzioni pensionistiche universali, le prime novità sono già state approvate da regioni, comuni e aziende private e potrebbero rappresentare uno stimolo alla definizione di ulteriori cambiamenti. Nuove sanzioni in arrivo per i fumatori e i candidati alle prossime elezioni amministrative di Napoli.

Pensioni: Nell’attesa che l’esecutivo definisca soluzioni pensionistiche universali, capaci di mettere tutti d’accordo e di soddisfare le richieste di cambiamento arrivate nel corso di questi mesi da forze politiche e sociali, singole regioni e aziende private hanno iniziato a muoversi in piena autonomia approvando cambiamenti pensionistici sul tavolo dell’esecutivo da troppo tempo orma. E così in Piemonte è stato messo in atto un piano di anticipo della pensione per gli over 50 cui mancano pochi anni al raggiungimento della pensione che riceverebbe un prestito che, una volta maturati i requisiti richiesti, dovrà essere restituito in parte per rimpinguare  nuovamente il fondo. In Friuli Venezia Giulia, come in Molise, Lombardia, Puglia e a Trento, la presidente Serracchiani ha dato il via libera all’erogazione dell’assegno universale di 550 euro al mese per un massimo di due anni a chi è residente nella Regione da almeno due anni e ha un Isee inferiore ai 6.000 euro annui. In Calabria, invece, è stato messo a punto uno scivolo di accompagnamento alla pensione per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato della Regione che, fino al raggiungimento dei requisiti pensionistici, prevede l’erogazione di un’indennità in cambio dell’uscita dal lavoro e della creazione di nuovi posti di lavoro per i più giovani, mentre in Sicilia è stata approvata la quota 100 per i dipendenti in esubero della Regione. Al via dallo scorso primo dicembre la staffetta in Luxottica per favorire il ricambio generazionale. Questo sistema prevede che nei prossimi tre anni 100 dipendenti cui mancano solo tre anni al raggiungimento della pensione finale potranno chiedere il passaggio da lavoro full time a part time, continuando ad assicurare ai lavoratori che diminuiranno il loro orario di lavoro il regola pagamento dei contributi previdenziali, con obbligo di assunzione di nuovi giovani al posto di lavoratori più anziani. L’esecutivo valuterà questa esperienza e in base ai risultati conseguiti studiare se estenderla sul piano nazionale. Senza dimenticare poi sentenze di tribunali e della Corte Costituzionale che in questo anno si sono pronunciati su diverse questioni pensioni, dalla class action per la proroga delle norme di uscita prima delle donne, alla questione del rimborso ai pensionati che non avevano goduto della perequazione automatica dei loro assegni negli anni scorsi.

Riforma sigarette: Non solo restrizioni sui luoghi in cui è ancora possibile fumare, considerando i notevoli diviti anche in zone aperte, ma da oggi chi viene beccato a gettare mozziconi di siagretta per terra potrà essere sanzionato con una multa di 300 euro. Questa è una delle misure contenute nel Collegato all'Ambiente approvato a Palazzo Madama. Insieme ai 300 euro per chi getta un mozzicone spento per strada, è prevista anche una sanzione di 150 euro per chi butta scontrini per terra. In particolare, sono previste  multe da 30 a 150 euro per l'abbandono sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi dei rifiuti di piccole dimensioni, dal chewing gum al fazzolettino. Le multe raddoppiano se si buttano per terra mozziconi di sigaro o sigaretta, per i quali i Comuni dovranno provvedere a dotare strade, parchi e luoghi d'aggregazione di appositi raccoglitori.

Elezioni Napoli: De Magistris, Bassolino, Gianni Lettieri tra i candidati alle prossime elezioni amministrative di Napoli. A sfidarsi per la poltrona di Palazzo San Giacomo i candidati sostenuti da liste o coalizioni che vantano, secondo i sondaggi, quote di consenso non molto differenti. Da una parte il primo cittadino Luigi de Magistris cerca la riconferma con il sostegno di uno schieramento di sinistra. Dall’altra la candidatura di Bassolino che, però, non piace al Pd nazionale, e nemmeno ad una larga parte dei dirigenti locali. Il  Movimento 5 Stelle, infine, sceglierà a gennaio il proprio candidato alla carica di sindaco di Napoli, con una consultazione tra i militanti ma è esclusa l’ipotesi di candidatura di uno dei big campani, come Roberto Fico o Luigi Di Maio. Tra i favoriti, invece, Mariano Peluso, attualmente consigliere della municipalità Vomero.

Riforma Frontalieri: Via libera all'accordo sui frontalieri Italia-Svizeeri ma per l'entrata in vigore ufficiale delle novità servirà la firma dei governi.  L’accordo si fonda sul principio di reciprocità e fornisce una definizione delle aree di frontiera che, per la Svizzera, sono i cantoni dei Grigioni, del Ticino e del Vallese e, per l’Italia, sono le regioni Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e la provincia autonoma di Bolzano. Definisce, inoltre, la figura del 'lavoratore frontaliero', che include quei soggetti che vivono nei comuni i cui territori ricadono, per intero o parzialmente, in una fascia di 20 chilometri dal confine e che, in via di principio, ritornano quotidianamente nel proprio stato di residenza. Per quanto riguarda la tassazione cui saranno soggetti tali lavoratori, lo stato in cui viene svolta l’attività lavorativa imporrà sul reddito da lavoro dipendente una percentuale pari al massimo al 70% delle imposte ordinarie sui redditi delle persone fisiche, mentre lo stato di residenza applicherà il proprio regime sui redditi, eliminando la doppia imposizione. L’accordo prevede anche lo scambio elettronico di informazioni Italia-Svizzera relativo ai redditi da lavoro dipendente frontaliero.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il