BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quando, come e quali novità si potranno realizzare davvero e appaiono più fattiibili

Quando si tornerà a parlare di ulteriori novità pensioni tra metodi di prepensionamento e assegno universale: le ultime novità e prospettive




Dal prossimo gennaio l’età pensionabile salirà ancora di quattro mesi, passando da 66 anni e tre mesi a 66 anni e sette mesi, ed entreranno in vigore le novità approvate, dalla proroga della cancellazione delle penalità per chi decide di andare in pensione prima, alla proroga delle norme per l’uscita prima delle donne, all’anticipo dal 2017 ai prossimi mesi della no tax area per i pensionati over 75 fino a 8 mila euro, alla rivalutazione, seppur minima, degli assegni pensionistici; alla staffetta ibrida seppur limitata. Approvata anche l’istituzione del fondo di povertà destinato alle famiglie meno abbienti che, secondo molti, anticipa l’introduzione dell’assegno universale.

Ci si chiede ora quando si potrà invece tornare a parlare di quei sistemi di prepensionamento, come quota 100 o mini pensione, in discussione tutto quest’anno, su cui si sono sempre detti tutti d’accordo, dai partiti politici alle forze politiche, ma per cui non è mai stato fatto paradossalmente nullo, e dell’assegno universale, anch’esso spinto da forze politiche e sociali, sostenuto anche dal ministro dell’Economia, soprattutto per adeguarsi al modello europeo, considerando che già esiste in quasi tutti gli altri Paesi d’Europa.

Probabilmente le discussioni riprenderanno già tra gennaio e febbraio quando si inizierà a parlare di misure da inserire dal Milleproroghe, ma forse anche in primavera, tempo in cui l’Europa si è riservata di dare una nuova valutazione ai nuovi provvedimenti approvati nel nostro Paese.

E certamente qualcosa si farà in vista delle prossime elezioni amministrative: il tema delle pensioni, infatti, è particolarmente caro ai cittadini, motivo per il quale l’esecutivo potrebbe sfruttare il rilancio di ulteriori novità per recuperare i consensi che sta perdendo. Ma bisognerà attendere i prossimi mesi per capire quali saranno effettivamente gli orientamenti dell’esecutivo e se, una volta per tutte, gli annunci e le promesse che si continuano a fare riusciranno a diventare realtà senza rimanere mere parole come accaduto fino ad ora.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il