BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blocco traffico auto Roma, Torino, Milano, Napoli domani mercoledì e giovedì 30-31 dicembre 2015 Indicazioni ufficiali aggiornate

Saranno giorni di festività molto complicate dal punto di vista della circolazione per chi è abituato a muoversi con mezzi propri.




AGGIORNAMENTO: Per il blocco auto del traffico e di moto, motorini, scooter non è stata presa una decisione ancora per mercoledì e giovedì 30-31 dicembre per Roma se fare un blocco totale o targhe alterne mentre a Milano e hinterland rimane il blocco totale per domani mercoledì, ma nulla si sa per giovedì 31 dicembre se solo in fascia verde o continuerà o si procederà con targhe alterne. Appena vremo notizie ufficiali aggiornate dai Comuni ve le forniremo.

AGGIORNAMENTO ULTIME NOTIZIE E NOVITA' BLOCCO TRAFFìCO AUTO ROMA, TORINO, MILANO, NAPOLI: Il blocco del traffico delle auto continuerà anche domani martedì 29 Dicembre a Milano (blocco totale) e Roma con le targhe alterne solo le dispari potranno muoversi. Orari e regole come sotto. Il blocco del traffico di auto, moto, motorini, scooter conituerà anche il 30 Dicembre mercoledì a Milano, mentre non è sttao deciso nulla per Roma e Napoli e Torino. A Napoli, domani, vi sarà sempre il blocco in alcune aree.

Al via le misure di contenimento dello smog ambientale nelle città di Milano, Roma e Torino che passano in molti casi dal blocco del traffico ad auto, moto e motorini. A Milano, per esempio, è stata già approvata la misura che prevede da lunedì 28 dicembre 2015 a mercoledì 30 dicembre lo stop della circolazione dei veicoli privati dalle 10 alle 16. L'auspicio del sindaco è l'estensione del provvedimento anche nei comuni limitrofi come Cormano, Bresso, Novate Milanese, Cusano Milanino, Baranzate, Buccinasco, Assago, Corsico, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Bollate, Cesano Boscone, Rozzano, Paderno Dugnano, Pero, Opera, San Donato Milanese, Cologno Monzese, Vimodrone, Senago, Nova Milanese, Settimo Milanese, Basiglio, Muggiò, Segrate. Le prossime ore saranno decisive per la definizione del quadro completo.

Non va evidentemente meglio a Torino e alla sua area metropolitana. Dal 26 al 29 dicembre 2015 c'è il via libera alla circolazione, ma è stato promosso il biglietto antismog: al costo di una corsa si viaggia per tutto il giorno sulla rete urbana e suburbana. Il ticket è acquistabile nelle rivendite autorizzate e vale anche sulle linee interne presenti in alcuni centri, come Chieri, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro, Settimo, Venaria.

Anche il servizio ferroviario metropolitano è a costo ridotto: per ogni tratta acquistata il ritorno è gratuito. Attenzione, però, la promozione non riguarda i carnet. Complessivamente sono 27 i comuni coinvolti. Nuove decisioni potrebbero essere assunte martedì 29 dicembre, quando è stato di nuovo convocato il Tavolo della qualità dell'aria con lo scopo di valutare le ricadute dei provvedimenti assunti.

Provvedimenti meno impattanti dal punto di vista della circolazione stradale, ma ugualmente significativi sono stati assunti anche in altre città italiane. Molti Comuni hanno vietato l'accensione di fuochi: da Lucca a Terni sono vietati. A Rovigo però si sono posti il problema del falò dell'Epifania: probabile che arrivi una deroga alla legge antismog. La Toscana prova a intervenire stanziando tre milioni per piantare 250.000 alberi in 150 ettari di superficie nel luogo che, secondo i piani della Regione, dovrà essere il futuro parco della Piana. Il sindaco e il presidente della Provincia di Brescia hanno ai gestori dei tratti autostradali che attraversano il loro territorio: chiedono che il limite di velocità scenda, da 130 a 110 km l'ora. Il sindaco di San Vitaliano, a nord di Napoli, ha proibito fino a primavera la cottura della pizza con il forno a legna. Unica eccezione, gli impianti capaci di abbattere le polveri catalizzati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il