BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità quando e quali e condizioni favorevoli e negative tra quota 100, mini pensioni, riforma: ultime martedì oggi

Le ultime notizie tra novità pensioni di nuovo in discussione, inaugurata la variante di valico dell'autostrada A1 che collega Milano a Napoli e novità indebitamento Regno Unito




Secondo le ultime notizie si potrebbero riprendere le discussione sulle pensioni già a gennaio o febbraio prossimi per definire ulteriori novità. Via libera alla nuova One Company di Finmeccanica ed è stata inaugurata la variante di valico dell'autostrada A1, che collega Milano a Napoli.

Pensioni quota 100, mini pensioni: Le ultime notizie indicano che si potrebbero riprendere le discussione sulle pensioni già a gennaio o febbraio prossimi, quando cioè si in inizierà a lavorare su Milleproroghe che dovrebbe poi essere definito entro marzo, e nuovi annunci e misure potrebbero essere rimesse in discussione in primavera, periodo in cui è attesa una nuova valutazione dall’Europa ma che preannuncia le prossime elezioni amministrative. Considerando, infatti, che il tema delle pensioni è tanto caro ai cittadini, per riconquistare consensi, che stanno sempre più calando, l’esecutivo potrebbe riportare in ballo ulteriori novità per le pensioni, usandole come mossa strategica, come avvenuto già del resto con quel bonus di 80 euro per i dipendenti statali annunciato dal premier proprio in periodo di elezioni. Le novità che sono state approvate per quest’anno e in vigore nei prossimi mesi riguardano, intanto, la proroga delle norme che permettono alle donne lavoratrici di andare in pensione prima con la cancellazione dei tre mesi dell’aspettativa di vita, proroga per il 2016 della cancellazione delle penalità per chi decide di andare in pensione prima, rivalutazione, seppur minima, delle pensioni, staffetta ibrida anche se senza alcun miglioramento, come richiesto nel corso di queste ultime settimane, istituzione del fondo di povertà che, a detta di molti, potrebbe essere il primo passo verso l’introduzione dell’assegno universale. Mancano però quei piani di quota 100, 101, 41, mini pensione, assegno universale su cui si sono sempre detti tutti d’accordo. Pprospettive di miglioramento per i prossimi mesi potrebbero, tuttavia, derivare proprio dalla proroga delle norme per l’uscita anticipata per le donne: secondo le stime, la somma stanziata di 2,5 miliardi di euro sarebbe elevata e potrebbe avanzare e i soldi restanti potrebbero essere poi impiegati o per un’ulteriore proroga del meccanismo stesso o per l’approvazione di uno dei metodi in prova, tra una delle due versioni di quota 100, assegno universale o estensione delle norme di uscita per le donne anche agli uomini, in modo da evitare discriminazioni di genere, ognuno accompagnato dalla mini pensione.

Riforma Finmeccanica: Via libera alla nuova One Company, derivante dalla divisione della società iniziata nel giugno 2014. Lad di Finmeccanica Moretti ha dichiarato: “Siamo orgogliosi del lavoro compiuto, che ci ha permesso di introdurre il nuovo modello organizzativo e operativo di Gruppo nel rispetto dei tempi stabiliti sin dall'inizio. La divisionalizzazione aumenterà l'efficienza e l'efficacia delle attività di Finmeccanica, riducendo i costi di gestione grazie alle massimizzazione delle economie di scala e delle sinergie. Con la One Company, Finmeccanica consolida il proprio posizionamento competitivo sui mercati internazionali dell'Aerospazio Difesa e Sicurezza, sempre più complessi e globali, facendo leva su aree di leadership tecnologica e di prodotto rafforzate dall'appartenenza a unico grande gruppo industriale”.

Variante Valico A1: Dopo 11 anni di lavoro è stata inaugurata la variante di valico dell'autostrada A1, quella che collega Milano a Napoli passando per Bologna, Firenze e Roma. La variante di valico è un tratto autostradale ulteriore per l’A1 nella parte che collega Bologna a Firenze: il potenziamento serve ad alleggerire il traffico della zona. Secondo Autostrade sull’A1 tra Bologna e Firenze passano ogni giorno poco meno di 90mila veicoli, di cui circa 25mila sono camion e pullman.

Riforma debiti: Il Regno Unito rischia il fallimento a causa dell'elevata spesa delle famiglie. Si spende più di quanto si possa e l’indebitamento ha raggiunto quest’anno i 40 miliardi di sterline: l’allarme è arrivato dall'Office for Budget responsability, che analizza le casse dello Stato e sviluppa proiezioni a lungo termine sulla situazione monetaria del Paese. Secondo il la deputata britannica Seema Malhotra, segretario al tesoro nel governo ombra di Corbyn, “Il ministro delle finanze Osborne conta sulle spese delle famiglie britanniche, che indebitandosi gli permettono di raggiungere i suoi obiettivi di crescita. Un comportamento a rischio che danneggia, piuttosto che aiutare le famiglie britanniche. Il rischio che milioni di famiglie si trovino a breve ad affrontare gravi difficoltà dettate dai tassi di interesse che cominciano a salire è più che reale”. L’esempio del Regno Unito dovrebbe far capire che serve una riforma per cercare di arginare i debiti dei Paesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il