BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità ufficiali importanti riforma pensioni nel discorso di fine anno: novità oggi mercoledì

Nuove indicazioni sulle novità per le pensioni ufficiali, riforma Ilva contrastata da Europa e questione carceraria




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9:22 oggi mercoledì 16 Dicembre): Un altro problema è che il tema delle novità sulle pensioni è stato inserito quando si parlava di tasse. Dunque, vi sarà un cambiamento delle tasse rispetto alle pensioni o per uscire prima come indicavano le ultime notizie e ultimissime? Questo è un ulteriore dubbio che si dovrà chiarire anche se rispetto poi alle doamdne dei giornalisti sembra più probabile, ma non certo, una separazione tra i due argomenti

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19:53 oggi martedì 15 Dicembre): Tra gli argomenti da affrontare è stato, poi, precisato vi saranno le tasse sicuramente, la PA, ma anche le novità per le pensioni. Il problema è capire quali cambiamenti vi potranno essere per le pensioni essendo data solo la precedente indicazione che abbiamo riportato sotto. Sicuremente vi è stata una ulteriore aggiunta sulle tempistiche come riportano le ultime notizie e ultimissime dicendo che ne se parlerà probabilmente in estate.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 18:17 oggi martedì 15 Dicembre): Alla fine del punto della situazione, sono iniziate le domande dei giornalisti che hanno chiesto novità sulle pensioni argomento non toccato durante il discorso. E non vi è stato nulla di nuovo rispetto alle ultime notizie e ultimissime, con un riferimento solo ad un possibile ricalcolo delle pensioni ma solo per quelle davvero elevate non da 2mila euro netti. Ma nessun discorso o approfondimento sul piano e le tempistiche.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 14,22 oggi martedì 15 Dicembre): si sta concludendo il primo discorso di fine anno e non vi sono state novità sulle pensioni come si riteneva dalle ultime notizie e ultimissime. Il primo discorso è stato fatto dal premier ma ulteriori ne arriveranno sia dei ministri che del presidente della Repubblica e non solo. Come detto non ci sono state ancora una volta novità sulle pensioni, nulla è stato affrontato anche se in forma indiretta ( molto indirette) alcune indicazioni sono state fornite che vedremo di analizzare tra poco.

Nuove indicazioni su eventuali ulteriori cambiamenti per le pensioni potrebbero arrivare nel corso dei discorsi di fine anno da parte di autorevoli esponenti dell’esecutivo. Le ultime notizie sulla nuova procedure di infrazione dell’Europa nei confronti del nostro Paese per il caso Ilva e sul nuovo sistema di tassazione da introdurre in Alaska.

Pensioni: Qualche giorno fa la presidente della Camera ha rilanciato l’assegno universale come misura ‘per rilanciare il sogno europeo’ e altre indicazioni su prossime novità pensioni potrebbero arrivare in questi ultimi giorni dell’anno. Secondo quanto riportano le ultime notizie, la presidente della Camera ha parlato dell’assegno universale per i più indigenti, provvedimento che non solo permetterebbe all’Europa di essere considerata un’istituzione attenta ai bisogni delle persone ma che porterebbe il nostro Paese ad adeguarsi agli altri 26 in cui questa misura già esiste e le risorse per l’istituzione di tale assegno deriverebbero dall’Europa attraverso l’introduzione di imposte che non colpirebbero i contribuenti ma riguarderebbero specifiche operazioni, come la carbon tax europea. Nuove indicazioni su altre misure ancora possibili per cambiare le pensioni potrebbero arrivare nei discorsi di fine anno, a partire dal premier, che negli ultimi mesi è rimasto in silenzio sulle pensioni, nonostante il pieno sostegno al progetto pensioni del presidente dell’Istituto di Previdenza il quale, come ben noto, ha annunciato già tempo fa che la sua intenzione sarebbe stata quella di rimettersi a lavoro sulle pensioni sin dai prossimi mesi. Il viceministro dell’Economia ha indicato il 2017 come l’anno in cui arriveranno le ulteriori novità concrete sulle pensioni, mentre ministro del Lavoro e dell’Economia hanno chiaramente lasciato intendere che ulteriori decisioni saranno prese quando vi sarà l’occasione, anche se sembra piuttosto difficile che ciò accada in tempi brevi, come si auspica, considerando che manca anche quella legge delega che avrebbe impegnato l’esecutivo a riprendere la questione in tempi brevi per la definizione di soluzioni universali. Pronti a rimettere mano alle pensioni anche gli esponenti dell’opposizione interna del Pd e ulteriori indicazioni potrebbero arrivare dal presidente della Repubblica che, nel suo discorso di fine anno, potrebbe far riferimento alla necessità di rilancio dell’occupazione e ai problemi sociali, collegati magari alle pensioni.

Riforma Ilva: L'Unione Europea si prepara ad aprire una procedura di infrazione nei confronti dell'Italia per aiuti di Stato all'Ilva considerati incompatibili con le regole della stessa Unione. Secondo Bruxelles, la strada migliore da seguire sarebbe quella di coinvolgere i privati e invita il governo italiano a vendere beni dell’Ilva agli operatori solvibili che possano aggiornarli per assicurare la compatibilità ambientale e gestirli ad un uso produttivo. Secondo il presidente della Regione Emiliano, “L'Eni potrebbe essere l'acquirente ideale dell'Ilva di Taranto, perché si passerebbe dal carbone al gas per l'alimentazione della fabbrica. Così facendo le emissioni di CO2 si abbasserebbero del 60 per cento e quelle della diossina sarebbero abbattute addirittura del 100%”.

Indulto e amnistia: L’emergenza carceraria continua a far discutere e non accenna a placarsi tanto che anche durante queste feste natalizie si sono registrati episodi di violenza nelle carceri campane. Nel giorno della vigilia di Natale, un detenuto ha tentato di uccidere il compagno di cella a Salerno, usando il vetro di una bottiglia di spumante, mentre ad Avellino un detenuto di 58 anni è morto per un infarto fulminante nell’infermeria del carcere. A comunicare questi gravi episodi è stato il Sindacato autonomo polizia penitenziaria, Sappe.Il segretario generale Capece ha detto che “Si è trattato di momenti di estrema tensione a Salerno, comunque gestiti al meglio dalla Polizia Penitenziaria che è costretta a lavorare in pessime condizioni operative. Sono anni infatti che denunciamo le precarie condizioni di lavoro dei nostri Agenti, in un penitenziario in cui i detenuti sembrano voler prendere il sopravvento anche per l`assenza di un Reparto isolamento e l`incapacità di far scontare loro le sanzioni disciplinari. Un carcere allo sbando, senza un vero comandante di polizia penitenziaria, e queste sono le conseguenze della mancata di provvedimenti da parte dell’amministrazione penitenziari regionale e nazionale”.

Riforma Alaska: Stretta fiscale in Alaska per la prima volta da 35 anni: potrebbe essere, infatti, introdotta un'imposta sui redditi dei suoi residenti, per sostenere l’impennata del prezzo del petrolio. E per questo il governatore Walker sta studiando la stretta fiscale per riequilibrare i conti. Walker, da una parte, ha intenzione di cercare di rimpinguare le entrate dello Stato con una tassazione dei redditi, in modo da svincolare il bilancio anche dal petrolio, e dall'altra, di ridurre le erogazioni del fondo e legando la distribuzione dei dividendi alle royalty effettivamente incassate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il