BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016 in bolletta: come fare richiesta di esonero da chi deve pagare. Regole ufficiali, arretrati non pagati, multe

Per essere soggetti al canone Rai 2016 in bolletta occorre essere intestatari di una utenza domestica sulla prima casa, anche in affitto.




Da giugno 2016 il canone Rai viene incluso come voce separata nelle bollette elettriche dei proprietari o locatari di prima casa. Dal 2017 entra a pieno regime al ritmo di 10 rate da 10 euro. Fino a quest'anno è stato consentito il versamento anche in 2 o 4 rate. In caso di semestralità le scadenze sono state il 31 gennaio e il 31 luglio (rate di 57,92 euro ciascuna), altrimenti il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre (rate da 30,16 euro). La presenza di una televisore viene data per scontata, salvo espressa dichiarazione degli utenti all'Agenzia delle entrate. Non è più possibile il suggellamento del televisore inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno e non c'è alcun riferimento a smartphone, tablet e PC.

L'imposta non grava sulle abitazioni diverse dalle prime e ci sono molti casi particolari di cui tener conto, come quello degli studenti fuori sede che saranno esentati purché non hanno cambiato residenza. Il canone scende a 100 euro annui. Non sono previste sanatorie per gli arretrati, che andranno in prescrizione a distanza di 10 anni per cui è sempre possibile vedersi comminate sanzioni. Le multe per mancato pagamento possono arrivare a 500 euro ovvero fino a cinque volte l'importo.

Per avere un termine di paragone e capire le differenze, fino a questo momento nel caso di saldo della quota entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, la sanzione amministrativa è stata pari a 4,47 euro ovvero a un dodicesimo dell'importo per ogni semestre. Trascorso questo prime mese, l'importo saliva fino a 8,94 euro ovvero un sesto del canone per ogni semestre. La cifra massima che poteva essere comminata al contribuenti è di 619 euro.

Sono esclusi dal pagamento gli over 75 con basso reddito e i membri di categorie specifiche ovvero per militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Il pagamento del canone Rai 2016 passa dunque attraverso la bolletta elettrica ma fino a quest'anno è stato possibile utilizzare il bollettino postale, recarsi nelle tabaccherie del network Lottomatica Servizi, il servizio di carte di credito al telefono, o sfruttare l'app Canone TV per iPhone, iPad e smartphone e tablet Android.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il