BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu e Tasi 2016 come funziona, è ufficiale chi deve pagare o non pagare prima casa, seconda casa, terreni agricoli, aziende

Dal prossimo anno scompare la Tasi sulle prime case, tranne su quelle di lusso. Esenzione fino a un massimo di tre pertinenze.




A giugno 2016 i proprietari di immobili saranno chiamati a pagare la prima rata di Imu e Tasi. Non saranno però coinvolti i possessori di prime case. Sparisce infatti la Tasi su 19,8 milioni di abitazioni principali, con la sola eccezione delle case di lusso ovvero quelle accatastate come A1, A8 e A9. Esentate anche fino a un massimo di tre pertinenze, una per categoria catastale: C2 (soffitta o cantina), C6 (box auto) e C7 (tettoie). Dove la propria amministrazione l'aveva introdotta, è abolita anche la Tasi pagata dall'inquilino che affitta una casa come abitazione principale. Tra le novità che entrano in vigore nel 2016 c'è quella relativa ai proprietari che affittano una casa a canone concordato: avranno uno sconto del 25% su Imu e Tasi.

Cambiano ancora le regole per la tassazione Imu dei terreni agricoli: dal 2016 si abbandonano sia il criterio altimetrico che l'elenco Istat dei Comuni montani e si torna ai criteri della famosa circolare 9 del 1993, che esentano anche la cosiddetta collina svantaggiata. In generale, si pagherà nelle aree di pianura, ma saranno esentati tutti i terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali. Chi possiede capannoni in cui si trovano macchinari e impianti fissi ovvero i cosiddetti imbullonati, potrà fare in modo che gli impianti vengano esclusi dal calcolo della rendita catastale, riducendo così il conto dell'Imu e della Tasi. Per scorporare gli imbullonati dal computo della rendita, i proprietari avranno tempo fino al 15 giugno per presentare un aggiornamento catastale, così il risparmio fiscale scatterà già dal primo gennaio 2016.

I codici tributo Imu che dovranno essere indicati nel modello F24, da presentare in banca o alle Poste, sono 3913 su fabbricati rurali, 3914 sui terreni, 3916 su aree fabbricabili, 3918 su altri fabbricati. Quelli Tasi sono 3958 su abitazione principale, 3959 su fabbricati rurali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Con il contratto di locazione finanziaria, per immobili adibiti a uso abitativo, la banca o l'intermediario si obbligano ad acquistare o far costruire l'immobile, su scelta e indicazione dell'utilizzatore, a disposizione del quale l'immobile è posto per un determinato tempo e verso un corrispettivo. Alla scadenza del contratto l'utilizzatore ha la facoltà di acquistarne la proprietà a un prezzo prestabilito. Sono collegate agevolazioni fiscali tra cui la deduzione ai fini Irpef, nella misura del 19%, dei costi per canoni e relativi oneri accessori, per un importo non superiore a 8.000 euro nonché del costo di acquisto finale per un importo non superiore a 20.000 euro, se le spese sono sostenute da giovani fino a 35anni di età con un reddito fino a 55.000 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il