BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Blocco auto Milano, Roma, Napoli, Torino oggi, nuovi limiti velocità e regole giovedì 31 Dicembre 2015 e venerdì 1 Gennaio 2016

Ecco come le metropoli Roma, Milano, Torino, Napoli cercano di contrastare l'inquinamento ambientale. Blocco traffico e incentivi all'uso dei mezzi pubblici.




AGGIORNAMENTO: Per oggi nessun blocco del traffico a Milano,Roma, Napoli, Torino e i Comuni non dovrebbero approntare blocchi di auto, moto, motorini nè targhe alterne. I limiti di velocità e le nuove regole non sono ancora leggi e quindi non si rischiano multe, ma potrebbero essere emenate dai singoli Comuni, ma al momento non c'è nulla.

Proseguono le misure di blocco traffico nella giornata di oggi martedì 29 dicembre 2015 a Roma, Milano, Torino e Napoli e altre misure sono attese nei prossimi giorni, tra il 30 e il 31 dicembre 2015, quando il ministro dell'Ambiente Galletti incontrerà sindaci e governatori delle aree interessate dallo smog. Oggi a Roma potranno circolare solo auto, moto e motorini il cui ultimo numero di targa è dispari. Il provvedimento riguarda la fascia oraria dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Per incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici, il biglietto da 1,50 euro varrà per l'intera giornata. A Milano il blocco della circolazione è totale dalle 10 alle 16 e prosegue anche nella giornata di domani.

Si fermano anche molti comuni circostanti ovvero Buccinasco, Bresso, Cernusco sul Naviglio, Cesano Boscone, Cinisello Balsamo, Cormano, Corsico, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Rho, Senago, Sesto San Giovanni e Settimo Milanese. A Torino nessuno stop al traffico, ma con un solo biglietto è possibile circolare per l'intera rete urbana e suburbana del trasporto pubblico. Anche Napoli ferma le auto con emissioni oltre i limiti dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30 e fino al 31 dicembre.

Per fronteggiare i rischi dell'inquinamento ambientale è necessario integrare il piano di azioni pubbliche con una serie di comportamenti individuali. Ecco quindi le cose da fare durante le emergenze inquinamento, segnalate sul sito dell'Istituto superiore di sanità. Per quanto riguarda i mezzi di locomozione, il decalogo ricorda di usare i mezzi pubblici ed evitare l'auto. Se si deve usare l'auto, non viaggiare da soli. E se proprio non si hanno alternative all'auto, rallentare di almeno 10km/h rispetto ai limiti di velocità. Non parcheggiare in doppia fila: creare un ingorgo aumenta anche l'esposizione all'inquinamento. Per quanto riguarda il riscaldamento, controllare che sia spento prima di andarsene dall'ufficio; chiudere quello di casa se si va in vacanza; abbassare il riscaldamento di 1-2 gradi e mettere un maglione in più; limitare l'uso della legna per il riscaldamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il