BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma Equitalia, Ricerca Sla, riforma prefetti: novitÓ oggi martedý

Le ultime notizie tra pensioni e nulla di fatto in Milleproroghe, novitÓ Equitalia a prefetti e per ricerca Sla




E’ stato approvato il nuovo decreto Milleproroghe che, però, non contiene alcuna novità per le pensioni, segnale decisamente poco positivo. Secondo le ultime notizie, infatti, non essendoci nulla nel Milleproroghe, la discussione per la definizione di ulteriori cambiamenti e soluzioni pensionistiche slitterà ancora un bel po’. Via libera, invece, alla proroga di riscossione dei tributi locali per Equitalia e nuove norme per prefetti.

Pensioni: Via libera al nuovo Milleproroghe che, tra le misure che prevedono novità per Equitalia, sanità, rifiuti, proroga del via alla firma digitale per atti e provvedimenti giuridici, non contiene nulla sulle pensioni e questo non è certo un buon segnale. Si pensava infatti che qualche ulteriore cambiamento, oltre le misure già approvate, avrebbe potuto essere contenuto nel Milleproroghe, come del resta fatto lo scorso anno con la cancellazione delle penalizzazioni, fino al 2017, per precoci e usuranti che avessero deciso di lasciare il lavoro prima. Nonostante la difficoltà di approvazione di alcuni provvedimenti, come i sistemi di prepensionamento come quota 100, mini pensione o uno dei metodi in prova, dell’assegno universale, si sarebbe potuto inserire nel Milleproroghe almeno la cancellazione delle ricongiunzioni onerose o la semplificazione del cumulo, invece niente di tutto questo è stato fatto, a conferma del fatto che la questione pensioni probabilmente slitterà ancora e una soluzione universale richiederà ancora un bel po’ di tempo prima di essere definita e approvata. Del resto, si poteva immaginare un ulteriore ritardo, considerando che da giorni si parla di novità pensioni concrete rimandate al 2017, come riportato, tra l’altro, nell’agenda di lavoro dello stesso premier che ha fissato per il 2015 il capitolo casa, per il 2016 il capitolo tasse e il per il 2017, appunto, le pensioni. E si tratta di un tempo decisamente plausibile considerando che tra definizione, approvazione ed eventuale entrata in vigore di provvedimenti, servono davvero due anni, anche se si ricorresse a quella legge delega che per il momento non è stata approvata.  

Riforma Equitalia: Il nuovo decreto Milleproroghe approvato dall’esecutivo prevede, tra le altre misure, anche novità per Equitalia. Secondo quanto stabilito, infatti, Equitalia continuerà a riscuotere i tributi locali per altri sei mesi, vale a dire fino al 30 giugno 2016, occupandosi, dunque, dell’accertamento, riscossione e della liquidazione dei tributi locali.

Ricerca Sla: Potrebbero aprirsi nuove speranze per la cura della Sla: è stata infatti identificata la causa che uccide i neuroni del movimento in molti pazienti colpiti dalla Sclerosi laterale amiotrofica (Sla). Secondo lo studio condotto dall'Università del North Carolina, si tratta di un aggregato di proteine instabile e reattivo, che colpisce il sistema nervoso centrale portando alla paralisi. Identificato questo ‘aggregato’ di proteine, si potrebbe ora procedere allo studio di nuovi farmaci mirati contro la Sla e potrebbe aprirsi nuove speranze di cura delle malattie neurodegenerative accomunate dalla presenza di aggregati di proteine anomale nel cervello, come l'Alzheimer. La ricercatrice Elizabeth Proctor, che ha coordinato lo studio, ha spiegato che i risultati della ricerca rappresentano “un importante passo avanti perchè finora nessuno aveva capito esattamente quali interazioni tossiche fossero la causa della morte dei neuroni motori nei malati di Sla.Conoscere la forma di queste strutture ci permetterà di ideare nuovi farmaci, per bloccarne l'azione o prevenirne addirittura la formazione”. Prossimo obiettivo dei ricercatori è cercare di capire cosa riesce a tenere insieme le proteine, in modo da trovare potenziali terapie capaci di frantumare questi aggregati o di prevenirne la formazione.

Riforma Prefetti: Il nuovo decreto Milleproroghe prevede, tra le altre misure, la proroga al 31 dicembre 2016 della norma attraverso la quale ‘il prefetto interviene con poteri sostitutivi per l'approvazione del bilancio di previsione degli enti, qualora il documento contabile non sia stato approvato dall'ente nei termini’.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il