BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie nuove indicazioni ufficiali progetto per novità quota 100, quota 41, mini pensioni

Le prospettive di un uovo progetto di lavoro sulle pensioni, possibili novità e indicazioni da ultimo discorso di fine anno del premier




Il progetto di un nuovo lavoro sulle pensioni su basa essenzialmente sulle misure del piano presentato dall’Istituto di Previdenza che, come confermano anche le ultime notizie, si basa in particolare su cinque punti: introduzione dell'assegno universale per gli over 55 che si ritrovano senza lavoro e di un valore differente in base alla composizione del nucleo familiare; cancellazione delle ricongiunzioni onerose e semplificazione del cumulo; armonizzazione dei diversi trattamenti pensionistici e introduzione del prelievo di solidarietà per coloro che percepiscono pensioni dai 3.500 euro in sù e stop ai vitalizi d'oro per i politici; uscita prima a 63 anni e 7 mesi con 20 anni di contributi e penalizzazioni al massimo fino al 10% e pensione calcolata con metodo retributivo; e possibilità di continuare a versare i contributi anche una volta in pensione.

Accanto a queste misure potrebbero però esserci cambiamenti negativi, per una revisione dell’intero sistema previdenziale a 360 gradi, che prevedono modifiche per le pensioni di invalidità, reversibilità, guerra, baby pensioni, da cui si potrebbero ricavare ulteriori risorse economiche da impiegare poi in successivi cambiamenti positivi per le pensioni stesse. Se questo è il progetto di lavoro sulle pensioni nel suo complesso, probabilmente, anzi quasi certamente, bisognerà procedere gradualmente, partendo da cambiamenti prioritari i vista, per esempio, delle prossime elezioni amministrative.

Considerando che il tema delle pensioni è tanto caro ai cittadini, è possibile che, così come del resto avvenuto anche lo scorso anno e due anni fa, alle soglie delle elezioni, l’esecutivo per recuperare quei consensi che stanno calando sempre più rilanci su novità pensioni: la prima misure potrebbe essere l’assegno universale, la seconda, l’approvazione di uno dei metodi in prova di cui si è tanto discusso in questi ultimi mesi.

E se nei giorni scorsi la presidente della Camera ha rilanciato sulla necessità e sull’importanza dell’assegno universale, nel corso dell’ultimo discorso di fine anno, il premier non ha invece per nulla toccato il tema delle pensioni, cosa che ovviamente non è un buon segno. Nulla su quota 100, mini pensione, assegno universale e l'unico accenno è stato fatto solo al possibile ricalcolo contributivo delle pensioni ma solo per quelle elevate. Mancano comunque ulteriori definizioni di tempi ed eventuali modalità di lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il