Blocco auto traffico oggi martedì, domani mercoledì 6 e giovedì 7 gennaio 2016 limiti velocità Milano, Roma, Torino, Napoli,Genova

Blocco delle auto, moto, motorini, scooter e nuova legge limitazione velocità. Ecco dove, come e quando e in quali città

Blocco auto traffico oggi martedì, doman


AGGIORNAMENTO NOVITA' E ULTIME DECISIONI BLOCCO DEL TRAFFICO AUTO OGGI ROMA, NAPOLI, MILANO, TORINO, FIRENZE, VENEZIA, BOLOGNA: A Napoli è stato deciso che il blocco del traffico delle auto, moto, motorini, scooter è stato sospeso per domani 4 Gennaio

 

Numerose le novità per quanto riguarda le principali città italiane come Roma, Napoli, Milano, Genova, Firenze, Torino, Bologna a due livelli.

Prima di tutto il blocco del traffico delle auto, moto, motorini sia oggi domenica 3 Gennaio 2016 che per i prossimi giorni ovvero domani lunedì 4 Gennaio 2016, ma anche il 5-6-7-8 Gennaio 2015, compreso il giorno della Befana.

Per quanto riguarda la circolazione sulle strade le città si sono divise tra le targhe alterne, il blocco parziale solo in alcune e di alcuni tipi di auto, moto, motorini, scooter e il blocco totale.

Solo nella fascia verde c'è a Roma, ma al momento è stato tolto, mentre a Milano, Firenze, Torino, Genova pur rimanendo alcune agevolazioni per l'uso dei mezzi pubblici non c'è al momento nessun provvedimento o decisione ufficiale da parte del Comune.

A Napoli, invece, vi è il blocco totale sia oggi domenica 3 Gennaio 2016 che domani luendì e per tutta la settimana, tranne la Befana. Al momento l'orario in vigore è dalle 9,30 alle 12,30.

Non vi è nessuna limitazione della velocità nè a Napoli, nè a Milano, Roma, Napoli, Torino, Genova, Bologna e tutte le altre città ovvero il provvedimento e la nuova legge che prevede di abbassare di 20 Km la velocità, per esempio, da 60km a 40 Km. Al momento è solo un decalogo presentato dal Governo Centrale e non è legge se non decisa dai Comuni. E al momento nessun Comune ha deciso di adottarlo.

Se vi sarenno ulteriori notizie, novità, ultimissime notizie ve ne daremo subito ampio reseconto.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il