BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità, Pedaggi Rincari, Contanti, Banche a Rischio, Bolletta Luce 2016: per chi, quando,come funzionano.Regole ufficiali

Come tutti gli anni, con il 1° gennaio gli italiani si trovano a dover far fronte ad una serie di novità che riguardano le bollette, le tasse, i rincari dei pedaggi autostradali, le pensioni, le banche, ed in questo caso anche i contanti. Ecco le principali novità.




La Legge di stabilità, le varie normative europee e nazionali, e le norme contenute in precedenti leggi che scattano a scadenze già prefissate, portano in dote ai cittadini italiani una serie di novità. Una delle più importanti riguarda le banche, dato che dal 1° gennaio è entrato in vigore il cosiddetto "ball-in", termine con il quale gli italiani hanno imparato convivere dopo la decisione del salvataggio delle quattro banche in pericolo, attuato ultimamente dal governo. Dal 1° gennaio, in accordo alla direttiva europea, il salvataggio delle banche a rischio avverrà con nuove norme che prevedono che saranno in primis gli azionisti, e successivamente chi detiene obbligazioni "subordinate e senior", ed infine anche i correntisti, con esenzione fino a 100mila euro, a farsi carico delle perdite. Quando si parla di correntisti non c’è distinzione tra privati ed aziende. Una norma che farà tenere gli occhi ben aperti ai cittadini per quanto riguarda i rapporti con la propria banca.

Un altro argomento sempre molto caldo è quello delle pensioni, che sono state al centro di molte discussioni per tutto il corso dell’anno passato, ma per le quali non è stata introdotta quella flessibilità richiesta da più parti e pertanto dal 1° gennaio sono entrati in vigore i nuovi requisiti, che erano già stati fissati dalla riforma Fornero, che allungano i tempi per andare in pensione, sulla base della cosiddetta "aspettativa di vita". I nuovi requisiti sono di 66 anni e 4 mesi per la pensione di vecchiaia per lavoratori autonomi e dipendenti e lavoratrici che appartengono alla pubblica amministrazione; per le lavoratrici dipendenti che appartengono al settore privato sono invece 65 anni e 7 mesi, e per le lavoratrici autonome 64 anni e 9 mesi. Varia inoltre, diminuendo, il coefficiente con il quale si calcola l’importo della pensione. Aumenta invece la "no tax area" per i pensionati, fino a 8.000 euro.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei contanti per i pagamenti, è stato deciso l’innalzamento del limite da 1000 a 3000 euro, mentre per il "money transfer" il limite dei 1000 euro è rimasto invariato. Per quanto riguarda le tasse sulla casa, secondo la legge di stabilità viene abolita la TASI sulle abitazioni principali, mentre resta in vigore, così come l’IMU, sulle abitazioni di lusso, appartenenti alle categorie A/1-A/8-A/9. IMU ed IRAP sono inoltre state abolite per quanto riguarda i terreni agricoli. Sempre per quanto riguarda la casa, è stato prolungato il bonus relativo alle ristrutturazioni e per l’aumento dell’efficienza energetica che saranno rispettivamente del 50% e del 65%. Saranno comprese anche le spese relative ad impianti di allarme e sicurezza. In arrivo rincari per gli automobilisti per quanto riguarda il Telepass, che potranno però recedere entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione di aumento. Per quanto riguarda le bollette ci sono buone notizie per luce e gas che dovrebbero diminuire dell’1,2%, per l’elettricità e del 3,3% per il gas, facendo riferimento alla "famiglia tipo". Sempre per i consumi energetici, nei prossimi tre anni si completerà la riforma della tariffazione che abbandonerà la struttura progressiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il