BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie prospettive e novità attuali quota 100, quota 41, mini pensioni nei prossimi mesi

La situazione attuale sulle pensioni e le prospettive di lavoro future: novità, cambiamenti al vaglio e primi reali cambiamenti possibili




Con l'avvio dei prossimi mesi di lavoro, ci si chiede quando si potrà tornare a paralare di novità pensioni e sistemi di prepensionamento, come quota 100 o mini pensione, o uno dei nuovi metodi in prova, su cui si sono sempre detti tutti d’accordo, dai partiti politici alle forze politiche, ma per cui non è mai stato fatto paradossalmente nullo, e dell’assegno universale, anch’esso spinto da forze politiche e sociali, sostenuto anche dal ministro dell’Economia, soprattutto per adeguarsi al modello europeo, considerando che già esiste in quasi tutti gli altri Paesi d’Europa.

Probabilmente le discussioni riprenderanno già tra questo mese di gennaio e il prossimo di febbraio, ma forse anche in primavera, in vista delle prossime elezioni amministrative: il tema delle pensioni, infatti, è particolarmente caro ai cittadini, motivo per il quale l’esecutivo potrebbe sfruttare il rilancio di ulteriori novità per recuperare i consensi che sta perdendo. Ma bisognerà attendere i prossimi mesi per capire quali saranno effettivamente gli orientamenti dell’esecutivo.

Punto di partenza di nuovi lavori sulle pensioni dovrebbe essere il piano presentato dall’Istituto di Previdenza in cinque punti, dall’assegno universale per gli over 55 che si ritrovano senza lavoro e di un valore differente in base alla composizione del nucleo familiare; alla cancellazione delle ricongiunzioni onerose e semplificazione del cumulo; all’armonizzazione dei diversi trattamenti pensionistici e introduzione del prelievo di solidarietà per coloro che percepiscono pensioni dai 3.500 euro in sù e stop ai vitalizi d'oro per i politici; all’uscita prima a 63 anni e 7 mesi con 20 anni di contributi e penalizzazioni al massimo fino al 10% e pensione calcolata con metodo retributivo; e possibilità di continuare a versare i contributi anche una volta in pensione.

Ma si tenderà anche a riprendere, molto probabilmente, quei cambiamenti negativi, di revisione delle pensioni di invalidità, reversibilità, guerra, baby pensioni, da cui si potrebbero ricavare ulteriori risorse economiche da impiegare in successivi cambiamenti positivi per le pensioni stesse. Tra quota 100, mini pensione, metodi in prova, assegno universale, quello che ha più probabilità di passare prima è l’assegno universale: solo qualche giorno fa la presidente della Camera ne ha rilanciato l’importanza, sottolineando come esista già in altri 26 Paesi europei, spiegando che le risorse necessarie deriverebbero direttamente dall’Europa attraverso l’introduzione di imposte relative a specifiche operazioni e non a carico dei contribuenti, come la carbon tax europea.

Altro cambiamento reale che potrebbe arrivare prossimamente deriverebbe dalla nuova procedura di infrazione aperta dall’Europa nei confronti del nostro Paese, per una disparità di trattamento di genere, cioè per le norme che permettono alle donne di andare in pensione prima rispetto agli uomini. Le motivazioni fornite dall'Italia sono state considerate poco soddisfacenti e per evitare sanzioni ora dovrebbe: o cancellare totalmente queste norme privilegiate per le donne per i prossimi anni; o estenderle anche agli uomini; o comunque inserire accanto ad esse nuovi sistemi di uscita prima per tutti, come quota 100 o mini pensioni, per evitare discriminazioni. Si tratta di una procedura che potrebbe avere conseguenze positive, se le norme di uscita prima per le donne venissero o estese anche agli uomini o accompagnate da altri meccanismi di prepensionamento per tutti; o negativa, se invece tali norme per le donne venissero abolite senza alcuna misura alternativa per permettere l’uscita prima a tutti portando un peggioramento per tutti piuttosto che un miglioramento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il