BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai in bolletta 2016: come richiedere cancellazione e non pagare. Il dubbio su iva. Regole, chi paga, come funziona

Le prime sette rate del canone Rai 2016 saranno addebitate nella bolletta elettrica del mese di luglio. L'importo è stato ridotto a 100 euro.




Il canone Rai 2016 in bolletta è realtà. Il pagamento avviene mediante addebito in fattura per i soli titolari di utenza di fornitura elettrica. In buona sostanza è chiamato al versamento dell'imposta chi possiede un televisore (e non di PC, smartphone e tablet) nella sola casa di residenza. La novità è rappresentata dalla presunzione di detenzione dell'apparecchio nel caso di intestazione della bolletta della luce. Se così non è, occorre presentare un'autocertificazione all'Agenzia delle entrate, direzione provinciale I di Torino. La dichiarazione vale per un solo anno per cui occorre eventualmente presentarla ogni 12 mesi.

Nel caso di seconda abitazione in cui è presente un televisore, non occorre pagare un secondo abbonamento. Lo stesso accade se sono presenti più televisore nella stessa casa. Il canone è dovuto una sola volta per tutti gli apparecchi detenuti "nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica". L'importo è stato ridotto a 100 euro, rispetto ai 113,50 euro iniziali. Qualcuno ipotizza lo spettro dell'Iva aggiuntiva, ma nel testo governativo non c'è traccia e presumiamo che sarà così anche nel decreto ufficiale e definitivo con tutte le regole che il Ministero dello Sviluppo Economico pubblicherà entro metà febbraio.

A tal proposito, andrà definita anche la modalità di presentazione dell'autocertificazione, per cui consigliamo di attendere prima di procedere. Si ricorda che nel caso di dichiarazioni false, le conseguenze sono di tipo penale. Rispetto al 2015 non è più consentito il suggellamento del proprio televisore. A ogni modo, non c'è fretta, anche perché per il solo 2016, il primo addebito del canone Rai avviene nella prima fattura elettrica del mese di luglio e comprenderà 7 rate su 10 per un importo complessivo di 70 euro. A regime, infatti, il canone Rai 2016 in bolletta si pagherà in 10 rate da 10 euro ciascuna. Non c'è alcuna sanatoria per gli arretrati non corrisposti, che andranno in prescrizione dopo 10 anni.

Oltre agli over 75 con basso reddito familiare ovvero pari a 8.000 euro l'anno, sono esonerati dal pagamento i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; le imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il