BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Canone Rai in bolletta 2016: chi paga su cosa e quale casa. Come funziona. Come non pagare. Multe e arretrati. Domande e risposte

Tra i grandi cambiamenti che entrano in vigore quest'anno c'è quello del pagamento del canone Rai 2016 in bolletta.




A quanto ammonta il canone Rai 2016 in bolletta e come si pagherà?

L'importo è di 100 euro e sarà versato in 10 rate da 10 euro, ma solo nel 2017. La prima rata di quest'anno si verserà a luglio e sarà pari a 70 euro. Poi ce ne saranno altre tre di 10 euro ciascuna. Fino al 2015 è stata permessa la rateizzazione semestrale dell'importo (rata da 57,92 euro) entro il 31 gennaio ed entro il 31 luglio, o quadrimestrale (rata da 30,16 euro) entro il 31 gennaio, entro il 30 aprile, entro il 31 luglio ed entro il 31 ottobre.

Cosa succede a chi non paga?

Sarà soggetto a multe fino a 500 euro, ma non è prevista l'interruzione della fornitura di energia elettrica. Fino al 2015, ai ritardatari entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, è stata comminata una sanzione pari a 4,47 euro ovvero a 1/12 dell'importo per ogni semestre. Trascorso questo primo mese, la quota è salita fino a 8,94 euro ovvero 1/6 del canone per ogni semestre. La cifra massima è stata di 619 euro, al netto delle tasse di versamento postale o delle eventuali commissioni dovute per le altre modalità.

Chi deve pagare il canone Rai?

Tutti i possessori di un televisore nella prima abitazione in cui si ha la residenza. Sono esclusi smartphone, tablet e PC. L'intestazione di una utenza domestica presuppone la presenza di un apparecchio televisivo.

Come potrà essere pagato?

Attraverso la bolletta elettrica, anche se la voce del canone Rai sarà indicata a parte. Fino al 2015 è stato possibile utilizzare il bollettino postale, recarsi nelle tabaccherie del network Lottomatica Servizi, il servizio di carte di credito al telefono, o sfruttare l'app Canone TV per iPhone, iPad e smartphone e tablet Android.

Come fare a non pagare il canone Rai?

Occorre non possedere un televisore e inviare un'autocertificazione all'Agenzia delle entrate, direzione provinciale 1 di Torino. Eventuali dichiarazioni false hanno conseguenze penali.

Cosa succede agli arretrati?

Possono essere richiesti entro 10 anni ovvero fino a che non andranno in prescrizione. Non c'è alcuna sanatoria.

Chi è esente dal pagamento del canone Rai?

Gli over 75 con reddito familiare fino a 8.000 euro, i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; le imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il